Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Domenica, 25 Giugno 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


04/11/2016

POSTO GIUSTO. BOLLATE CITTÀ  PER LA PACE. AUTUNNO 2016

Prosegue con quattro nuovi appuntamenti la rassegna Posto giusto, un meraviglioso viaggio per scoprire noi stessi e gli altri iniziato a primavera. Si ricomincia giovedì 10 novembre con il pensatore e studioso Haim Bahaier protagonista dell'incontro "Per una cultura di Pace". Appuntamento successivo, domenica 20 novembre.


Un sasso gettato in uno stagno - scrive Gianni Rodari in Grammatica della fantasia - suscita onde concentriche che si allargano sulla superficie, coinvolgendo nel loro moto, a distanze diverse, con diversi effetti, la ninfea e la canna, la barchetta di carta e il galleggiante del pescatore. Oggetti che se ne stavano ciascuno per conto proprio, nella sua pace o nel suo sonno, sono come richiamati in vita, obbligati a reagire, a entrare in rapporto tra loro". Il nostro impegno è far diventare la rassegna “Posto giusto” come il sasso nello stagno che produce le sue onde - ha detto Lucia AlbrizioAssessore alla Cultura e Pace del Comune di Bollate".

Ecco il programma

Giovedì 10 novembre 2016 - ore 21 
Haim Baharier, “Per una Cultura di Pace” 

Il Shalòm, la pace, nella tradizione ebraica è legato alla Genesi e accompagna lo Shabbàt, il settimo giorno, il giorno di riposo del Creatore. Se è vero che il progresso nasce dal conflitto in tutte le sue dimensioni - con l’ambiente, con la società e tra le società, con se stessi - il pensiero ebraico attribuisce alla tregua, all’armistizio e quindi alla pace, la capacità di valutare e perfezionare questo progresso, confermando così un ritmo vitale che ne costituisce l’autenticità. La pace è un superamento del conflitto senza perderne i vantaggi. 
Haim Baharier
Pensatore e studioso di ermeneutica biblica, è nato nel 1947 a Parigi da genitori di origine polacca reduci dai campi di sterminio. Allievo di Léon Askenazi e di Emmanuel Lévinas, è stato vicino al maestro hassidico Israel di Gur. Ha pubblicato “Il tacchino pensante” (2008), “Le dieci Parole” (2011) e “Il Qabbalessico” (2012). “La valigia quasi vuota” (2014) e “La Genesi spiegata da mia figlia” (2015) narrano della propria vita illuminata dalla figura di Monsieur Chouchani, clochard geniale e enigmatico, apparso nella Parigi del Dopoguerra.

Domenica 20 novembre 2016 - ore 18 
Gherardo Colombo e Anna Sarfatti, "Educare alla legalità: suggerimenti pratici e non per genitori e insegnanti"

Solo imparando a conoscere la Costituzione da piccoli si può diventare cittadini consapevoli. "Secondo tutti i bambini che seguono la Costituzione il mondo deve essere rispettato sennò non si chiamerebbe mondo. E' grazie al mondo che siamo stati fatti e cresciuti e quindi siamo in debito e dobbiamo dargli un po' di rispetto in cambio".
Incontro per adulti e ragazzi 
Gherardo Colombo
Ex magistrato, è noto per aver condotto e contribuito a condurre inchieste importanti sul crimine organizzato, la corruzione e la mafia. Si impegna nell'educazione alla legalità nelle scuole e nelle biblioteche attraverso incontri con studenti di tutta Italia. Per tale attività ha ricevuto il Premio Nazionale Cultura della Pace 2008. Oggi è presidente della casa editrice Garzanti.
Anna Sarfatti
Autrice di libri per bambini e ragazzi, ha insegnato per anni nella scuola primaria ed è impegnata  nella ricerca di percorsi e strumenti per promuove la cultura dei diritti e della cittadinanza attiva tra i bambini. 
Insieme hanno scritto: "Sei Stato tu?", "Educare alla legalità" e "Sono Stato io! Una Costituzione pensata dai bambini" (insieme a Licia Di Blasi) editi da Salani

Sabato 26 novembre 2016 - ore 17.30 
Erminia Dell'Oro con Tsegehans Weldeslassie, presentano il libro “Il mare davanti” 

La storia vera e il viaggio del giovane Ziggy che dopo la laurea si rifiuta di prestare servizio militare nei campi d'Eritrea e fugge verso l’Europa. Passato di nascosto il confine con il Sudan, si trova davanti un deserto prima di arrivare in Libia e giocarsi il tutto per tutto su uno dei terribili barconi che ogni giorno solcano il Mediterraneo. L'autrice ha raccolto la sua testimonianza in un libro coraggioso: una storia sempre più attuale, una parola, confine, che racchiude in sé tutta la cattiveria umana. 
Erminia Dell’Oro
Nata ad Asmara, Eritrea, dove suo nonno paterno si era trasferito. Ha pubblicato libri legati al colonialismo italiano; alcuni tradotti in altri Paesi. Ha pubblicato anche molti libri per ragazzi e per bambini. Come giornalista ha seguito le guerre in Eritrea ed Etiopia, recandosi nelle zone dei conflitti. Si occupa delle tematiche dell’immigrazione e fa parte della redazione del trimestrale online El Ghibli. E’ presidente dell’Unione Lettori Italiani, una prestigiosa associazione che organizza, da più di trent’anni, a Milano, presentazioni di libri di narrativa, saggi, poesia. 

Martedì 13 dicembre 2016 - ore 21 
Massimo De Giuseppe , “Scritti sulla pace e sulla guerra. L’Italia nel “lungo Novecento” al crocevia est-ovest, nord-sud”. 

Il titolo parte da un libro scritto con Guido Formigoni (“Primo Mazzolari. Scritti sulla pace e sulla guerra” 2009) mai presentato a Bollate che indaga sulla genesi del pacifismo contemporaneo italiano e i recenti studi sul terzomondismo italiano e fa una riflessione su autori, reti, movimenti, tra pace e guerra, attraverso le trasformazioni del ventesimo secolo.
Massimo De Giuseppe
Ricercatore e docente di Storia contemporanea, insegna presso l’Università IULM di Milano. In particolare studia i processi sociali, politici e religiosi, le reti e i movimenti transnazionali in Italia e America latina; dedica attenzione agli intrecci tra politica internazionale e nazionale e all’impatto dei conflitti sulla popolazione civile. E’ Visiting professor presso la Escuela Nacional de Antropología e Historia (Enah) di Città del Messico, dirige il Comitato scientifico del museo di Cupilco, Tabasco (Messico) e fa parte dell’European Peace Historian Network. Ha pubblicato numerosi libri e articoli scientifici.


Biblioteca Comunale
Piazza C.A. Dalla Chiesa, 30 - Bollate
Ingresso libero

Info:
Ufficio Cultura Comune di Bollate
Tel. 02 35005575 – cultura@comune.bollate.mi.it
www.comune.bollate.mi.it – www.insiemegroane.it

patek philippe replica



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto