Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Venerdì, 28 Aprile 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


24/10/2016

PROSEGUE IL MONITORAGGIO CONTINUO SULL’ATTIVITÀ DELLA DITTA BITUMATI 2000 DI CASSINA NUOVA

Prosegue in modo costante e continuo il monitoraggio del Comune sull’attività della ditta Cento Bitumati 2000 srl. Ecco gli aggiornamenti da settembre a oggi.


In seguito all'incontro dello scorso 21 settembre 2016 quando l'Amministrazione, supportata dagli uffici comunali, ha incontrato i cittadini e l'azienda per un confronto e per la condivisione di possibili soluzioni rispetto ai disagi segnalati dai bollatesi, altri passaggi sono stati effettuati. 

"Il Comune - dicono il
Sindaco Francesco Vassallo e l'Assessore all'Ambiente Vania Bacherini - sta tenendo una grande attenzione sulle segnalazioni dei cittadini di Cassina Nuova che da anni lamentano cattivi odori e rumore nella frazione. Per questo, dopo l'incontro di settembre, abbiamo fatto ulteriori verifiche e sopralluoghi per monitiorare costantemente la situazione. Il nostro obiettivo è di ridurre il disagio dei residenti, senza però trascurare i diritti delle aziende che lavorano nel rispetto delle regole, sul nostro territorio Con la ditta Bitumati 2000 c'è grande collaborazione e dispobilità a trovare strade comuni per la soluzione dei problemi". 

Ecco una sintesi degli ultimi aggiornamenti: 
 

I
l 28 settembre 2016 Arpa ha effettuato un sopralluogo per la verifica delle emissioni in atmosfera, nell’ambito dell’esercizio delle proprie funzioni di controllo, nel corso del quale non si sono rilevate particolari situazioni tali da determinare molestie di tipo olfattivo (allegato 3 - 4).

Il 03 ottobre 2016
la ditta trasmette nota con la quale si comunica l'impossibilità ad effettuare analisi su un campione consegnato da un cittadino, a causa di quantità insufficiente di materiale.Si ricorda che proprio durante la seduta del 21 settembre era stato consegnato da un bollatese un campione di materiale depositato sul davanzale della propria abitazione vicina all’impianto; la ditta si era resa disponibile a fare verificare da un laboratorio certificato il materiale.

Il 12 ottobre 2016
Il Sindaco, l’Assessore all’Ecologia e all’ambiente e il personale del Servizio Sostenibilità ambientale hanno effettuato un sopralluogo presso l’impianto, al fine di verificare sul posto le problematiche evidenziate dalla cittadinanza. Sono state concordate misure da attuare nel breve periodo quali:

  • abbassamento dei cumuli di fresato al fine di contenere l’impatto visivo dalla via Kennedy;

  • verifica attuazione della copertura con teli dei camion prima dell’uscita dal sito, già imposta dalla ditta attraverso apposizione di specifico cartello ben visibile in ingresso e uscita dal sito.

  • realizzazione impianto di carenatura utilizzando le migliori tecniche disponibili sul mercato per contenere, captare, convogliare polveri e vapori prodotti durante la lavorazione del conglomerato bituminoso, contenente particelle odorigene.

Sono state anche affrontate tematiche inerenti la viabilità e la destinazione d’uso delle aree che dovranno essere approfondite nelle sedi opportune e con gli altri Enti a vario titolo coinvolti. Inoltre la società ha informato che intende avviare un processo di lavorazione di un materiale a freddo (eco base) che non comporta alcuna emissione odorigena.

Il 21 ottobre 2016
gli uffici informano il cittadino in merito ai risultati degli esami di laboratorio. 

Promemoria sulle tappe delle azioni intraprese prima del 21 settembre:

Il 27 maggio 2015
si è svolto un incontro tra Amministrazione (precedente), il Comune e i  rappresentanti della Ditta Centro Bitumati 2000 srl per verificare gli esposti dei cittadini e chiarire le motivazioni

Il 28 maggio 2015
è stato fatto un sopralluogo di ARPA e Polizia Locale di Bollate che non ha  evidenziato problematiche in merito alle emissioni lamentate come evidenziato dagli esiti delle rilevazioni effettuate il 15 maggio sull'impianto produttivo di bitume ; Arpa comunica di aver incaricato un'azienda specializzata per effettuare, lungo la linea perimetrale dell’azienda, una rilevazione dell'impatto olfattivo verso l'esterno;

Il 5 giugno 2015
il Comune istituisce un tavolo di confronto (prima riunione tecnica il 18/06/2015) con la ditta e gli Enti di controllo competenti - Arpa, Asl e città Metropolitana di Milano;Nel primo incontro la ditta dimostra di essere in possesso delle autorizzazioni previste per legge e consegnato le Analisi olfattometriche effettuate presso l’impianto produzione nel maggio 2015 dimostranti la regolarità dell'attività anche dal punto di vista degli odori.

L’11 novembre 2015
, in seguito di nuove segnalazioni, il Comune contatta il numero dedicato alle emergenze ambientali inoltrando una richiesta di intervento, Arpa interviene per i sopralluoghi insieme al Comune, il 12 e 13 novembre (allegato 1). Dai sopralluoghi e dall'analisi della documentazione in possesso della ditta ed esibita durante le attività di controllo emerge la regolarità dal punto di vista autorizzativo;

Il 9 dicembre 2012
 Arpa trasmette formalmente il verbale di sopralluogo in cui si verbalizza che la ditta, come la stessa ha dichiarato durante gli accertamenti, “si impegna a valutare soluzioni atte a limitare le molestie olfattive originate all'interno dell'azienda”.

Il 24 febbraio 2016
 la ditta presenta al Comune alcune proposte per contenere le emissioni di odori. Tra le soluzioni proposte, la realizzazione di una incapsolatura dell'impianto di produzione asfalto, tecnicamente carenatura, in lamiera metallica preverniciata.

Il 18 marzo 2016
la ditta presenta allo Suap del Comune una "Richiesta parere preventivo per carenatura impianto asfalto via Pace 45” e il 20 aprile la pratica viene visionata dalla “Commissione per il paesaggio e la qualità dell'abitare” che esprime la seguente valutazione: “La Commissione per il Paesaggio e la Qualità dell'Abitare esprime parere sospensivo e chiede di conferire con il professionista incaricato poichè la soluzione proposta necessita di ulteriori approfondimenti morfologici e cromatici”.

Il 19 luglio 2016
la ditta presenta allo Suap le integrazioni richieste dalla Commissione del paesaggio.

Il 27
luglio 2016 la Commissione per il Paesaggio e la Qualità dell'Abitare esprime parere favorevole.

Il 31 agosto 2016
la ditta trasmette analisi delle emissioni in atmosfera prelevate in data 06/06/2016 dalla quale emerge che i valori delle concentrazioni rilevate sono entro i limiti di legge imposti (allegato 2).

Il 21 settembre 2016
l'Amministrazione, supportata dagli uffici comunali, incontra i cittadini e l'azienda per un confronto e per la condivisione di possibili soluzioni. Durante la seduta è stato consegnato agli uffici da parte di un cittadino un campione di materiale depositato sul davanzale della propria abitazioni collocata nelle vicinanze dell’impianto; la ditta si è resa disponibile a fare verificare da laboratorio certificato il materiale.


 

File Allegati:

 
Apri il Documento Verbale sopralluogo (177,07 KB)
Apri il Documento Allegato 1 (3763,42 KB)
Apri il Documento Allegato 2 (2135,35 KB)
Apri il Documento Allegato 3 (1197,8 KB)
Apri il Documento Allegato 4 (147,19 KB)


Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto