Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Mercoledì, 20 Settembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


21/09/2016

CATTIVI ODORI E RUMORI NOTTURNI A CASSINA NUOVA, L'AMMINISTRAZIONE INCONTRA AZIENDA E CITTADINI PER UNA SOLUZIONE CONDIVISA

Cattivi odori e rumori notturni. Sono questi i due principali problemi sollevati da una delegazione di cittadini, residenti a Cassina Nuova, che oggi è stata ricevuta in aula consiliare dal Sindaco Francesco Vassallo e dall'Assessore all'Ambiente Vania Bacherini.


Un incontro a tre tra Amministrazione, supportata dagli uffici comunali, i cittadini e l'azienda (la ditta Ditta Centro Bitumati 2000 srl di via Pace, alla quale sarebbero ricondotte le problematiche) voluto per confrontarsi direttamente e per affrontare insieme e in modo congiunto e concreto il problema.

Tutto in ordine dal punto di vista dei permessi, l'azienda ha tutte le autorizzazioni necessarie. Ma le problematiche sollevate dai cittadini restano e l'Amministrazione vuole andare a fondo per ridurre le criticità senza promesse irrealizzabili me con impegni concreti. "Siamo consapevoli che il problema non è semplice - hanno detto
Sindaco e Assessore - però le premesse per venirsi incontro ci sono tutte, come dimostra la disponibilità dell'azienda ad essere presente oggi al confronto diretto". 

E il risultato è che alcuni impegni precisi sono stati assunti come l’inizio dei lavori della "carenatura" entro la fine dell'anno, che comporteranno il posizionamento di una sorta di cappotto finalizzato a contenere il problema dei rumori e dei cattivi odori Poi l'azienda ha tranquillizzato i cittadini sul rispetto dei limiti di legge delle emissioni, certificati da monitoraggi che si è resa disponibnilie a rendere pubblici.
L’impresa si è resa inoltre  disponibile ad altri incontri anche presso la sede operativa di via Pace, a effettuare nell’immediato ulteriori controlli in campo, a sollecitare comportamenti virtuosi ai conducenti dei camion nelle fasi di carico scarico materiale al fine di minimizzare la rumorosità notturna.

Il Comune da parte sua continuerà a monitorare la situazione,
intervenendo anche attraverso ulteriori verifiche con il supporto degli enti competenti in materia ambientale. "Il nostro obiettivo è di ridurre il disagio dei nostri cittadini, nel rispetto dei diritti di chi lavora sul nostro territorio come l'azienda Bitumati 2000 - ha spiegato il Sindaco Francesco Vassallo. Prendiamo atto di tutte le segnalazioni e garantiamo la nostra attenzione al problema. Penso che grazie alla collaborazione, piccoli benefici si potranno vedere già da subito". 

"L'importante - ha spiegato
l'Assessore Vania Bacherini - è che i cittadini seguano le vie ufficiali per la segnalazione delle criticità sia olfattive che acustiche. Segnalazioni puntuali fatte in Comune, aiuteranno gli uffici e la ditta a trovare le soluzioni più adeguate da mettere in campo per ridurre i disagi segnalati dalla comunità bollatese.

Riunione conclusa con l'impegno da parte di tutti di rivedersi presto per un nuovo aggiornamento. 


PER SAPERNE DI PIU'.
Ripercorriamo tutte le tappe della vicenda:

 

Il 27 maggio 2015 si è svolto un incontro tra Amministrazione (precedente), il Comune e i  rappresentanti della Ditta Centro Bitumati 2000 srl per verificare gli esposti dei cittadini e chiarire le motivazioni

Il 28 maggio 2015 è stato fatto un sopralluogo di ARPA e Polizia Locale di Bollate che non ha  evidenziato problematiche in merito alle emissioni lamentate come evidenziato dagli esiti delle rilevazioni effettuate il 15 maggio sull'impianto produttivo di bitume ; Arpa comunica di aver incaricato un'azienda specializzata per effettuare, lungo la linea perimetrale dell’azienda, una rilevazione dell'impatto olfattivo verso l'esterno;

Il 5 giugno 2015 il Comune istituisce un tavolo di confronto (prima riunione tecnica il 18/06/2015) con la ditta e gli Enti di controllo competenti - Arpa, Asl e città Metropolitana di Milano;Nel primo incontro la ditta dimostra di essere in possesso delle autorizzazioni previste per legge e consegnato le Analisi olfattometriche effettuate presso l’impianto produzione nel maggio 2015 dimostranti la regolarità dell'attività anche dal punto di vista degli odori.

L’11 novembre 2015, in seguito di nuove segnalazioni, il Comune contatta il numero dedicato alle emergenze ambientali inoltrando una richiesta di intervento, Arpa interviene per i sopralluoghi insieme al Comune, il 12 e 13 novembre. Dai sopralluoghi e dall'analisi della documentazione in possesso della ditta ed esibita durante le attività di controllo emerge la regolarità dal punto di vista autorizzativo;

il 9 dicembre 2012 Arpa trasmette formalmente il verbale di sopralluogo in cui si verbalizza che la ditta, come la stessa ha dichiarato durante gli accertamenti, “si impegna a valutare soluzioni atte a limitare le molestie olfattive originate all'interno dell'azienda”.

Il 24 febbraio 2016 la ditta presenta al Comune alcune proposte per contenere le emissioni di odori. Tra le soluzioni proposte, la realizzazione di una incapsolatura dell'impainto di produzione asfalto, tecnicamente carenatura, in lamiera metallica preverniciata.

Il 18 marzo 2016 la ditta presenta allo Suap del Comune una "Richiesta parere preventivo per carenatura impianto asfalto via Pace 45” e il 20 aprile la pratica viene visionata dalla “Commissione per il paesaggio e la qualità dell'abitare” che esprime la seguente valutazione: “La Commissione per il Paesaggio e la Qualità dell'Abitare esprime parere sospensivo e chiede di conferire con il professionista incaricato poichè la soluzione proposta necessita di ulteriori approfondimenti morfologici e cromatici”.

il 21 luglio 2016 la società ha presentato al Suap le integrazioni richieste dalla Commissione del paesaggio. La pratica è stata discussa durante la seduta di Commissione del 27 luglio.

 



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto