Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Domenica, 19 Novembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


05/09/2016

ZTL A BOLLATE. IL PUNTO DELLA SITUAZIONE DOPO I PRIMI MESI DI ATTIVAZIONE DELLE TELECAMERE

A più di due mesi dall'attivazione delle telecamere della Zona a traffico limitato (ZTL), l’Amministrazione comunale intende fare il punto della situazione anche per sciogliere alcune perplessità che si continuano a manifestare. In attesa della Consultazione pubblica che si terrà domenica 6 novembre dalle ore 9 alle 18.


In particolare, si vuole ribadire che, da parte di questa Amministrazione e da parte degli uffici competenti, i passagi fatti per l'applicazione della ZTL corrispondono appieno alle indicazioni e regole indicate dal Ministero. 

Ma cominciamo con un excursus storico degli eventi che hanno caratterizzato questa ZTL 
La scelta di realizzare una ZTL di queste dimensioni appartiene alla precedente Amministrazione che, con Verbale di delibera di Consiglio n. 62 del 11.12.2012 e 17 voti favorevoli deliberava:

“1) di approvare le linee guida di revisione del PUT, in sostituzione del capitolo 2.2.3 e della tavola 2.2, per l’istituzione di una zona a traffico limitato (ZTL) finalizzata a ridurre il traffico di attraversamento di alcune aree residenziali di Bollate, in conformità all’ipotesi di perimetrazione rappresentata nell’elaborato grafico. 
2)di dare atto che l’approvazione delle linee guida in oggetto costituisce revisione del PUT anche con riferimento ai capitoli 5.4, 5.13 e 5.16 ultimo a linea. 
3) di dare atto che la ZTL sarà istituita con deliberazione di giunta comunale previa autorizzazione da parte del Ministero delle Infrastrutture all’attivazione effettiva” e con delibera di Giunta n. 174 del 19.12.2012 deliberava la copertura finanziaria per la spesa di realizzazione della Zona a Traffico Limitato, in particolare, 
“Esercizio 2012: € 72.500,00 al capitolo 2010501/5501 imp. 64145
Esercizio 2012: € 7.500,00 al capitolo 2010501/5502 imp. 64146
Esercizio 2012: € 74.000,00 al capitolo 2010601/5603 imp. 61892/64149
e che la rimanente somma, pari a € 400.000,00, troverà copertura finanziaria nei successivi esercizi finanziari al massimo tre, in rate costanti e annuali”.

Successivamente, con delibera di Giunta n. 69 del 25.06.2014, veniva approvata l’istituzione della Zona a traffico limitato. Con contestuale approvazione del progetto esecutivo e revisione del regime delle deroghe per gli accessi all'interno della ZTL.

A seguito di comunicazione informale con gli uffici, il Ministero ha richiesto di apportare alcune precisazioni di dettaglio alla documentazione deliberata dalla Giunta, con delibera di Giunta n. 75 del 08.07.2014, si riteneva necessario pertanto: Panerai Power Reserve Replica

“1) approvare, in sostituzione di quanto approvato al punto 5 della precedente deliberazione n. 69 del 25/6/2014, l'allegato “A” che contiene l'aggiornamento della lista dei soggetti a favore dei quali sono stabilite deroghe per l'accesso all'interno della ZTL e l'allegata relazione di supporto alla domanda per il Ministero. 
2) Di autorizzare il responsabile del procedimento ad apportare eventuali ulteriori modifiche di dettaglio e non sostanziali con proprio atto determinativo, qualora il Ministero richiedesse ulteriori modifiche o precisazioni alla documentazione.
3) Di dare atto che la nuova disciplina verrà applicata a seguito di apposita ordinanza della Polizia Locale”

A seguito delle suddette delibere, con domanda del 9.07.2014, Prot. n. 27533, successivamente integrata con nota Prot. n. 36433 del 18.09.2014, al fine di richiedere l’autorizzazione all’esercizio di impianti per la rilevazione degli accessi alla Zona Traffico Limitato del centro, il Ministero trasmetteva decreto dirigenziale con il quale veniva concessa, con prescrizioni e raccomandazioni, l’autorizzazione richiesta. In particolare, “relativamente alla segnaletica di preavviso, nelle planimetrie di progetto inviate, si evidenzia l’utilizzo della segnaletica di varco con pannello integrativo distanziometrico come segnaletica di preavviso”. 

A tal proposito il Ministero affermava chiaramente: “Si prescrive di rivedere tale segnaletica e di installare la segnaletica di preavviso conforme a quanto previsto dal Regolamento di Esecuzione del Codice della Strada (cfr. fig. II.233 art. 127) e di collocarla in posizione utile al fine di garantire la possibilità di scegliere percorsi alternativi per i non autorizzati all’accesso in ZTL”.

E, infatti, la segnaletica di preavviso attualmente installata è conforme alla figura specifica tecnicamente richiamata dal Ministero e difforme, come appunto richiesto, dalla segnaletica di preavviso mostrata recentemente da alcuni media.

Faceva seguito alla suddetta autorizzazione, in data 27.05.2015, verbale di collaudo e verifica del regolare funzionamento del sistema e successiva determinazione del 10.8.2015 da parte dell’ufficio tecnico con la quale si stabiliva “di approvare il certificato di collaudo tecnico amministrativo finale sottoscritto dal R.U.P., dal Comandante della Polizia Locale, dal Responsabile dei Sistemi Informativi e senza riserve dall'impresa appaltatrice”.

Per quanto riguarda le vie di pentimento, si ribadisce che:

  • VARCO VIA PARRI: chi transita da via Turati trova il preavviso che avverte di non svoltare a destra e di proseguire in altre direzioni (prima di girare in via Parri), chi transita da via degli Alpini trova il preavviso prima del varco di svoltare a sinistra.
  • VARCO VIA VENETO (altezza Via Turati): la via di pentimento è la parte transitabile di P.zza Resistenza
  • VARCO VIA VERDI: la via di pentimento è rappresentata dalla rotatoria tra via Attimo e via Verdi ed è possibile anche la svolta a sinistra, prima del varco, in via Cilea e vicolo Verdi.
  • VARCO V. VENETO: il primo preavviso è rappresentato dalla rotatoria tra via S. Pietro e Viale Lombardia c’è, pertanto, la facoltà di manovrare in rotatoria e tornare indietro. Il secondo preavviso è collocato a ridosso dell’intersezione tra viale Lombardia e via Origona , che rappresenta una via di pentimento. L'ultimo avviso è collocato sulla via Veneto dopo l’intersezione con Via Origona e consente di svoltare a sinistra in via Giordano e nella laterale successiva in via Puccini
  • VARCHI MADONNA IN CAMPAGNA E PETRARCA: la via di pentimento è rappresentata dalla rotatoria di Via Lorenzini / Viale Friuli Venezia Giulia,
  • VARCHI PELLICO E BERLINGUER: per chi transita da Cascina del Sole è possibile tornare indietro svoltando a sinistra per poi proseguire sulla via Berlinguer e svoltare in via Cengio Direz. Cascina del Sole. Per chi transita da Via Cengio può svoltare a destra su Via Berlinguer e proseguire a destra su via Pellico per riproseguire in direzione Cascina del Sole,
  • VARCO VIA IV NOVEMBRE, la via di pentimento è rappresentata dall'ingresso RHO-MONZA, ma a causa dei lavori programmati dalla società Autostrade il varco è stato disattivato, pertanto alcuna multa è stata elevata da quel portale;
  • VARCO L. DA VINCI: la via di pentimento e' costituita dalla via Varalli; c'è un preavviso su via Varalli, direzione via Piave, con l’indicazione che proseguendo la marcia e svoltando a sinistra tci si trova in ZTL e consiglia di proseguire verso via Piave perper poi svoltare a sinistra; analogo preavviso sull'altro lato della via Varalli;
  • VARCO VIA PIAVE: il preavviso è presente all'incrocio tra via Piave e via Varalli ed indica la svolta a destra su via Varalli, che rappresenta la principale via di pentimento con una rotonda che permette di tornare indietro; una ulteriore via di pentimento può essere rappresentata dal parcheggio dell'Ospedale Caduti Bollatesi.
  • VARCO VIA DON UBOLDI: la via di pentimento, come da progetto autorizzato dal MIT, doveva essere una rotatoria (di prossima realizzazione da parte di terzi). In attesa della realizzazione si è provveduto a disattivare il varco. Pertanto, alcuna multa è stata elevata da quel portale;
  • VARCO VIA MADONNINA: c’è un preavviso a 300 m di svolta a sinistra in via Ruffilli. Prima del varco c’è la possibilità di svoltare a sinistra su via Donadeo e di tornare indietro. Tuttavia, il varco è stato disattivato così da consentire di percorrere la stessa in direzione Baranzate.
  • VARCO VIA BIXIO: prima dell’incrocio con via Bixio, su via Donadeo, c'è un cartello di preavviso. Per evitare il varco occorre svoltare a destra (sempre un tratto di via Bixio ma non in ZTL) in direzione via Madonnina.

 



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto