Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Lunedì, 29 Maggio 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


15/03/2016

RICORSO SU UN PASSAGGIO CON SEMAFORO ROSSO. IL COMUNE VINCE LA CAUSA

Il Comune di Bollate ha vinto una causa civile di appello al Tribunale contro la sentenza del Giudice di Pace di Milano che, lo scorso giugno, aveva respinto un ricorso su un verbale di violazione stradale, per il passaggio con il rosso da un semaforo di Bollate.


«Si tratta di una duplice vittoria per l'Amministrazione Comunale – dicono dal comando di Polizia locale - a conferma della correttezza formale e sostanziale dell'operato dei funzionari e dell'altrettanto corretto funzionamento degli apparati di controllo automatico delle violazioni legate al passaggio con il rosso». 

Ma vediamo i passaggi della causa:
La multa per semaforo rosso risale al mese di gennaio del 2015 ed era stata oggetto di ricorso al Giudice di Pace, il quale aveva respinto il ricorso nel giugno 2015, confermando appieno il verbale di accertamento.

Contro la sentenza del Giudice di Pace era stato promosso l'appello in Tribunale. L'appello è stato discusso e respinto nei giorni scorsi, il 10 marzo 2016, con addebito delle spese legali e di giudizio al ricorrente. La causa, per il Comune, è stata seguita dall'avvocato Carlo Orlandi. 

Una vittoria netta dunque per l'Amministrazione comunale con l'Assessore alle Politiche della Sicurezza che precisa: «Va ricordato, però, che il lavoro sulla Sicurezza non si limita al rilievo di infrazioni come queste e lo 
dimostrano anche i numeri del lavoro della Polizia locale: dall'inizio dell'anno ad oggi sono stati effettuati controlli in strada che, malgrado l'organico ridotto, hanno portato a 32 accertamenti di violazione legati al mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, 6 accertamenti di violazione per l'utilizzo del cellulare e a 14 accertamenti di violazione in materia di autotrasporto. Questi ultimi relativi, principalmente, al riposo giornaliero incompleto, all'inosservanza delle pause per la guida prescritte ai conducenti o all'inosservanza delle prescrizioni sul lavoro da parte dell'impresa di autotrasporto. In un caso, la violazione riguardava lo stato usurato degli pneumatici.

«Tutte situazioni di violazione che spesso vengono trascurate ma che sono importantissime – ribadisce l’Assessore – e che alla fine possono creare gravi problemi alla tutele della sicurezza dei cittadini, sia dei conducenti che di chi si trova per strada. Prendere le multe non piace a nuessuno, ma è necessario che si capisca l'importanza preventiva delle contravvenzione e del rispetto delle regole, a tutela e garanzia di una miglior sicurezza per tutti».




NB La news è stata redatta nel rispetto dell’art.9 della Legge 28/2000 e delle indicazioni del Ministero dell'Interno in tema di par conditio.



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto