Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Sabato, 18 Novembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


17/02/2015

I NUMERI DI TRE MESI DI INTERVENTI DELLA POLIZIA LOCALE CONTRO L'ABUSIVISMO IN CITTÀ

Da mesi il Comune di Bollate è impegnato con controlli e interventi di sequestro anti abusivismo commerciale da parte della Polizia locale, anche congiuntamente con i Carabinieri della stazione di Bollate. Sottopassaggi, stazioni, mercati e tutte le zone tradizionalmente predilette dai venditori irregolari sono diventate oggetto di continui controlli, e da quattro domeniche da presidi finalizzati a evitare l’esercizio abusivo a monte.  


L’Amministrazione comunale, infatti, si è data l’obiettivo, anche in vista di Expo, di attivare concrete strategie di contrasto e di eliminazione del fenomeno. 

I primi soddisfacenti risultati di questa operazione sono stati presentati oggi, martedì 17 febbraio 2015, dal sindaco Stefania Lorusso, dall’assessore alla Sicurezza Fabio Boniardi e dal comandante Antonello Martelengo presente con i suoi uomini della Polizia locale di Bollate.
 
Questi i materiali sequestrati nei tre mesi di interventi:
Oltre 50 capi di abbigliamento, da jeans a giubbotti a magliette, con marchi vari contraffatti tra cui Colmar, Woolrich e Napapijri
Oltre 20 paia di scarpe, di marche quali Hogan e Nike
Oltre 10 confezioni di profumo di note griffe tra cui Chanel, Dior, Armani e Gucci
Una ventina di borse tra cui Luis Vouitton, Armani, Koors, Liu jo, Chanel e Gucci
Circa una ventina tra cinture e portafogli di Boss, Nike, Hermes, D&G, Boss
Oltre 220 cover per cellulari
Circa un cnetinaio di occhiali da vista e un centinaio di ombrelli
 
Sequestrati anche 190 kg circa di carciofi e 8 kg circa di limoni venduti, in certi casi, sotto i camion dei venditori regolari o all'interno degli sgabuzzini per la spazzatura delle case di via Turati 40, in totale assenza di condizioni igieniche e sanitarie.
 
Nei sopralluoghi sono poi state fatte verifiche sugli ambulanti in regola e sono stati individuati casi di personale “in nero”, con successiva segnalazione all'INPS.
 
“Da alcuni mesi – spiegano sindaco e assessore – ci siamo attivati per mettere in campo nuove iniziative a favore del contrasto dell’abusivismo in città. In stretta collaborazione con i Carabinieri, che ringraziamo per la disponibilità e la collaborazione, abbiamo potenziato, e potenzieremo ancora nei prossimi mesi, i controlli della nostra Polizia locale, sulle zone dove l’abusivismo commerciale è più radicato, aumentando i controlli, il ritiro della merce e le multe. Questo perché un reato è un reato sempre, anche se ritenuto minore o giustificato dalla gente”.
 
“Noi vogliamo cavalcare la legalità a 360 gradi – ha precisato il sindaco. Bollate non deve essere il luogo dove l’abusivsmo prolifera in modo incontrollato”.
 
Per questo – ha precisato Boniardi, nel nostro regolamento sono anche previste multe salate, fino a 250 eruoper gli acquirenti. E per questo i pattugliamenti a fini dissuasivi continueranno a oltranza”.
 
“Con la presenza della pattuglia – ha spiegato il comandante Martelengo – si vuole anticipare il commerciante abusivo e impedire il suo posizionamento con lòa merce. Il segreto è la costanza, ma l’impegno è gravoso per le nostre forze. Il fenomemo non può certo essere lasciato solo sulle spalle dei Comuni”.
 
 
 



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto