Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Lunedì, 22 Maggio 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


30/12/2014

BOLLATE: L’AMMINISTRAZIONE SPIEGA I MOTIVI DEL TAGLIO PIANTE AVVENUTI NEI CIMITERI CITTADINI


              

Bollate: l’Amministrazione spiega i motivi del tglio piante avvenuti nei cimiteri cittadini

In riferimento a quanto pubblicato su alcune pagine Facebook relativamente al taglio degli alberi nei cimiteri di Bollate, l’Amministrazione comunale desidera fare alcune precisazioni in merito alla gestione del servizio cimiteriale e, nello specifico, al taglio di alcune piante adiacenti i monumenti funebri.

Gaia Servizi ha rilevato la gestione dei cimiteri il 2 febbraio 2014 attraverso un contratto di servizio che prevede anche il rispetto del regolamento comunale in materia (aggiornato nel 2013). Tale regolamento definisce che la manutenzione delle piante sia a carico dei parenti dei defunti e, soprattutto, che l'altezza massima delle piante non debba superare il metro e mezzo. Diversi i motivi che spiegano tale regola: gli alberi abbandonati producono foglie e rami secchi che sporcano le tombe; le radici degli alberi di grossa taglia rovinano i monumenti; le persone, come riportato in articoli usciti sui giornali, non si sentono sicure e ritengono che le piante possano essere nascondiglio di malintenzionati.

Nel rispetto delle regole previste dal Regolamento comunale, Gaia Servizi, lo scorso mese di marzo, ha affisso comunicati nei cimiteri invitando i parenti dei defunti a rispettare le regole in merito alla gestione delle piante e annunciando, in caso contrario, un intervento diretto della società. Nel mese di ottobre è stato affisso un nuovo comunicato che invitava ancora al rispetto delle regole e annunciava l’insindacabile intervento di Gaia in caso di mancato intervento sulle piante da parte dei parenti. In quest’ultimo mese di dicembre sono stati effettuati oltre 200 interventi senza NESSUNA polemica, evidentemente facendo un favore a molte persone che non si sono mai prese cura del “proprio” verde; questo a dispetto di un'operazione di "riordino" che ha un costo che va a gravare sulla collettività.

Si ricorda inoltre che già nel 2013 Gaia, su richiesta dell'Amministrazione comunale e per i motivi spiegati, ha effettuato un intervento simile per tutte le piante presenti all'ingresso del cimitero e fino alla chiesa, ricevendo i complimenti da parte della cittadinanza e nessuna polemiche. Preme, infine, sottolineare che la società riceve continui attestati di stima dalla cittadinanza sulla maggior qualità dei servizi cimiteriali. Tutto questo con un risparmio sui costi per l'Amministrazione comunale del 30% rispetto ai precedenti gestori.

“Siamo convinti che il verde, in città come nei cimiteri, rappresenti un valore aggiunto per l’ambiente oltre che un elemento di bellezza – spiega l’assessore all’Ambiente Piergiorgio Valentini – e per questo motivo abbiamo promosso e sostenuto molti progetti di piantumazione e cura del verde, impiantato un vivaio per il rinnovamento delle piante a Bollate e realizzata la manutenzione e piantumazione di alcuni nostri fontanili. In città però il verde va gestito. Le piante spesso vengono messe a dimora senza preoccuparsi che la loro crescita, in un ambiente urbanizzato, potrà in futuro creare criticità ed anche pericoli. L'ulivo tagliato era alto più di 4 m e la sua chioma invadeva le tombe limitrofe con relative criticità. Inoltre le radici delle piante poste in prossimità delle tombe, a lungo andare, interferiscono sia con le operazioni di esumazione sia con quelle di sradicamento. Il Regolamento comunale è stato approvato anche per gestire queste situazioni, poiché, precedentemente, non esisteva una regolamentazione e si venivano a creare notevoli problemi”.

“Detto questo – prosegue Valentini -, esistono norme di sicurezza e regole di ordine pubblico da rispettare. Le piante molto alte in alcuni luoghi rappresentano un problema superiore al beneficio. Ricordo solo a riguardo le piante cadute recentemente, di cui una nel giardino di una scuola, per fortuna senza creare danni. GAIA sta monitorando la salute di tutte le piante delle scuole e questa iniziativa terminerà con la primavera 2015. Ma non si può aspettare il peggio per intervenire. Questa operazione, che rispetta un regolamento preciso, va in questa direzione: assicurare sicurezza, pulizia e decoro nei nostri cimiteri, nel rispetto del luogo e delle persone che lo frequentano”.

Nelle prossime settimane sono previsti altri interventi a completamento del riordino del cimitero, nel rispetto del regolamento e come fortemente caldeggiato e richiesto dal Comitato di cittadini frequentatori del cimitero che ha più volte incontrato l'Amministrazione.



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto