Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Martedì, 23 Maggio 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


25/11/2014

L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE, IN MERITO AGLI SGOMBERI DELLE CASE ALER AVVIATI IN QUESTI GIORNI

In merito all’avvio da parte di Aler, in collaborazione con i Carabinieri della stazione di Bollate, delle operazioni di contrasto all’abusivismo nelle abitazioni di via Turati 40, si precisano le posizioni dell'Amministrazione comunale.


In merito all’avvio da parte di Aler, in collaborazione con i Carabinieri della stazione di Bollate, delle operazioni di contrasto all’abusivismo nelle abitazioni di via Turati 40, il sindaco Stefania Lorusso e l’assessore ai Servizi alla Persona Marinella Mastrosanti, precisano, innanzitutto, che non si tratta di un'iniziativa isolata ma che riguarda il capoluogo e tante zone periferiche, in attuazione dei principi sanciti nel cosiddetto Piano Casa D.L. 47 del 28 marzo 2014.


Sugli sgomberi a Bollate, sindaco e assessore affermano, inoltre:
“La nostra Amministrazione, fin dall’inizio del suo mandato, è stata molto attenta alle politiche sociali e abitative in città. Tanto che, nonostante il blocco delle assegnazioni delle case Aler legate al Contratto di Quartiere, che ha ridotto notevolmente le nostre possibilità di risposta al fabbisogno abitativo, il Comune ha cercato e trovato altre soluzioni per accompagnare i cittadini in reale difficoltà”.
Si ricordano, al proposito, l’accordo fatto con Aler che ha consentito di procedere anche con l’assegnazione di alloggi “nello stato di fatto”, cioè con manutenzione a carico del nuovo inquilino, poi detratta sull’affitto; e gli aiuti, non senza difficoltà, per l’apertura di nuovi contratti d'affitto nel mercato privato.


“La nostra esperienza diretta di questi anni – dice l’assessore Mastrosanti- sui casi di abusivismo ci porta a dire che spesso l’occupazione di una casa non è “una scelta obbligata” di persone in estremo e reale stato di necessità, ma “un’azione di forza” fatta per saltare le graduatorie delle case popolari. Questo, ovviamente, non può essere accettato!”.


“il fenomeno dell'abusivismo è classificato come reato – spiega il sindaco Lorusso. Un atteggiamento permissivo non può appartenere alle Istituzioni pubbliche, deputate all'applicazione di principi di legalità, equità e di tutela di tutti i cittadini. Per questo riteniamo che ripristinare la legalità e sostenere azioni di eliminazione dei comportamenti sbagliati, sia un nostro dovere”. 


"L'Amministrazione, come ha sempre fatto, resta disponibile, tramite i Servizi sociali e l'ufficio casa, ad ascoltare con attenzione  le necessità dei nostri cittadini, cercando  di risolvere le situazioni problematiche di chi, superata la logica della pretesa e dell'assistenzialismo, si rende disponibile a  trovare con noi soluzioni nell'ambito della legalità".


Le case sgomberate nel Comune di Bollate coinvolgeranno circa 11 nuclei in totale.



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto