Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Lunedì, 25 Settembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


14/10/2014

PREMIATE LE SCRITTRICI CHE HANNO PARTECIPATO AL CONCORSO NOTE DI VITA

Maria Luigia Sisti con El canton di tri siful ed Emilia Covini con Civico 50. Questi i nomi delle vincitrici del Concorso letterario Note di vita. Le donne si raccontano 2014. La premiazione si è svolta in Biblioteca civica, venerdì 10 ottobre.


Una bella serata di approfondimento sulla scrittura e di premiazione delle vincitrici del Concorso letterario Note di vita. Le donne si raccontano 2014. Si è svolto in Biblioteca civica, venerdì 10 ottobre, ed è stato un momento importante del progetto di scrittura creativa voluto dall’Amministrazione comunale e dedicato alle donne di Bollate. Presenti alla serata, il sindaco Stefania Lorusso, l’assessore alla Pari Opportunità Marinella Mastrosanti, promotrice del progetto, e la scrittrice Erica Arosio, autrice di romanzi quali L’uomo sbagliato e Vertigine, scritto a quattro mani con Giorgio Maimone, come il prossimo libro in uscita l’Amour Gournet, edito da Mondadori.
 
Dopo una lunga e interessante chiacchierata con la scrittrice Erica Arosio che ha raccontato la sua esperienza e tanti piccoli segreti su come scrivere un romanzo, è stata la volta delle premiazioni.
 
L’assessore Marinanella Matrosanti ha consegnato il premio (due ingressi gratuito a scelta, per due persone, nel cartellone della Rassegna teatrale bollatese) alle vincitrici Maria Luigia Sisti con El canton di tri siful ed Emilia Covini con Civico 50 che poi hanno letto il loro racconto.
 
Ecco le motivazioni espresse dalla Giuria e lette dal giurato Cristina Doniselli, bibliotecaria di Bollate:
 
Per la sezione narrativa: El canton di tri siful di Maria Luigia Sisti, per aver saputo delineare con essenziali ed efficaci tratti uno scorcio di vita contadina con una inaspettato risvolto "trhiller" riguardo ai “tre fischi” citati nel titolo: storia legami familiari declinati al femminile, messi alla prova dalla povertà materiale. Si apprezza la concisione e coesione del testo, e la delicatezza di alcuni passaggi, come la descrizione della bambina che dorme.
 
Per la sezione autobiografia: Civico 50 di Emilia Covini, per la capacità di far rivivere un luogo, il cortile ove la protagonista ha trascorso l'infanzia, con un linguaggio vivido e fluido, restituendo emozioni legate ai gesti quotidiani del vivere in comunità.
 
« Entrambi i racconti – – ha motivato la Giuria coposta da Cristina Doniselli, Annamaria Minora e Nicola Chinellato - hanno narrato la memoria delle donne come elemento legato a un luogo, nello specifico una tipica corte lombarda e una casa di ringhiera. Ci è sembrato bello premiare scritti sui ricordi delle nostre scrittrici ».
 
«Visto il successo - ha detto l’assessore Marinella Mastrosanti - la nostra esperienza proseguirà con la terza edizione di Note di vita. Perchè crediamo che questa iniziativa sia servita a tutti noi ad uscire dalla quotidianità e a metterci in gioco, esprimendo tutta la creatività femminile della quale siamo ricche».
 
Prossimo appuntamento in rosa, il 22 novembre con diverse iniziative per ricordare la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto