Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Lunedì, 11 Dicembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


29/07/2014

NUOVI CONTROLLI CONTRO L'EVASIONE SUI SERVIZI COMUNALI

Prosegue l'attività di controllo dei pagamenti dei servizi comunali, con una novità: l'invio di tutte le dichiarazioni di reddito ISEE uguale a zero o inferiore ai 5mila euro, all'Agenzia delle Entrate per un ulteriore confronto e verifica dei dati dichiarati dai contribuenti.


Alt ai “furbi” e a chi si avvale di riduzioni sul costo dei servizi comunali, senza averne diritto. L’Amministrazione ha deciso, infatti, di proseguire la politica di controlli già avviata in passato, mettendo al vaglio tutte le dichiarazioni di reddito ISEE uguale a zero o inferiore ai 5mila euro che verranno inviate all'Agenzia delle Entrate per un ulteriore confronto e verifica dei dati dichiarati.
 
L’operazione rappresenta l'ultimo tassello di un complesso Piano dei controlli che mira, in prima battuta, a verificare, tramite le banche dati catastali del Comune, la correttezza dei dati della dichiarazione ISEE relativi alla composizione delle famiglie, alla residenza e ai beni dichiarati. Successivamente, le dichiarazioni ritenute “non congrue” vengono sottoposte al vaglio della Guardia di Finanza che procede con controlli a campione. In caso d’irregolarità (4 individuate lo scorso anno co questo sistema) subentra per l’utente l’obbligo della restituzione delle riduzioni ottenute e la sospensione del beneficio, fino alla consegna di nuova corretta certificazione.
 
A queste prime verifiche si aggiunge ora la vera novità: una seconda fase di controlli in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate che prevede l'invio da parte del Comune di circa 100 dichiarazioni ISEE uguali a zero o inferiore ai 5mila euro, su redditi del 2012, presentate per ottenere benefici nel corso dell'anno scolastico 2013/2014. L'Ufficio Tributi del Comune in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate rivedrà l'intera posizione contributiva e fiscale del contribuente analizzando i dati del patrimonio familiare fino alla definizione del corretto indice ISEE da applicare. Anche in questo caso, eventuali irregolarità prevedono la restituzione dei benefici indebitamente percepiti e la sospensione del servizio fino a regolarizzazione della documentazione
 
“Da tempo – spiega l’assessore ai Servizi alla Persona Marinella Mastrosanti - il Comune di Bollate effettua severi controlli sui mancati pagamenti dei servizi comunali dell'infanzia e scolastici e la politica di rigore ha portato buoni risultati, portando a tassi di evasione veramente ridotti rispetto agli altri Comuni. Ora queste scelte si arricchiscono di un nuovo passaggio, che renderà i controlli ancora più incisivi e consentirà il godimento delle esenzioni solo ai cittadini che ne hanno davvero diritto”.
 
 
 
 
 
 



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto