Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Venerdì, 20 Ottobre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


15/07/2014

L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE è AMAREGGIATA PER LO SCARNO CONTRIBUTO SCUOLE E PER LA CONFUSA COMUNICAZIONE RICEVUTA DAL GOVERNO

Il Commento dell'Amministrazione comunale di Bollate in merito alla comunicazione di un contributo per le scuole di 15,7mila euro, corrisposto dal GovernoRenzi.


 
“Siamo profondamente sorpresi e amareggiati per come è stato trattato il Comune di Bollate nella ripartizione dei fondi da parte del Governo Renzi e per la grande confusione che si è generata in seguito alla pubblicazione dei finanziamenti da parte della Presidenza del Consiglio.
 
Bollate, a differenza di altri Comuni, ha rispettato le linee guida del “Piano edilizia scolastica”, presentando il progetto di ristrutturazione per una sola scuola nel territorio: la scuola di via Brianza che, sulle 14 esistenti, è la più bisognosa di interventi urgenti di manutenzione straordinaria. Il progetto ha un valore di 1milione di euro.
 
Nei giorni scorsi veniamo a conoscenza, non dalle assenti comunicazioni ufficiali, che il Governo ha riconosciuto solo 15,7mila euro a Bollate. Ovviamente questo è assurdo e l’Amministrazione comunale è già al lavoro per preparare una richiesta di revisione dei criteri di assegnazione dei fondi da inoltrare al Ministero competente e di chiarimenti su come sono state valutate le domande ricevute e su quando e come verrà presa in considerazione la richiesta di Bollate.
 
Non abbiamo, infatti, compreso le logiche e i criteri del Ministero che, da accertamenti effettuati, non sembra aver tenuto conto né del numero di scuole sul territorio, né della popolazione scolastica totale, né del reale stato manutentivo degli edifici, né, tantomeno, della nostra richiesta sulle necessità di via Brianza. Desideriamo avere chiare spiegazioni sulle scelte fatte. Non vorremmo, infatti, che, alla base ci fossero le solite logiche di appartenenza politica che un Governo che si presenta come nuovo dovrebbe avere superato.
 
Rileviamo, infine, che, diversamente da altri Comuni dell'hinterland, il fatto di avere un parlamentare sul territorio, espressione della maggioranza di Governo e proveniente dal mondo della scuola, non è servito né a ottenere fondi per ristrutturare i nostri istituti né a perorare la causa della città.
 
Auspichiamo che la Presidenza del Consiglio possa rivedere le proprie scelte, accogliendo la richiesta del Comune di Bollate”.
 
L’Amministrazione comunale di Bollate
 
 



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto