Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Domenica, 25 Giugno 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


15/10/2013

FESTA DELLA BIBLIOTECA 2013

comunicato stampa

Porte aperte per tre giorni a Palazzo Seccoborella e grande viavai di persone di ogni età, malgrado l’arrivo del primo freddo.


Si chiude con un bilancio di 2.500 partecipanti la terza edizione della Festa della Biblioteca di Bollate che si è tenuta da venerdì 11 a domenica 13 ottobre ed è stata interamente dedicata al tema «Arare e seminare: la TERRA». Una Kermesse proiettata al futuro che, sia per il tema proposto che per gli eventi organizzati, vuole fin da subito preparare il terreno a Expo 2015 in un percorso lungo tre anni.


«Abbiamo pensato e realizzato la Festa della Biblioteca tre anni fa – dicono il sindaco Stefania Lorusso e l’assessore alla cultura Ubaldo Bartolozzicon l’idea di fare sempre più della Biblioteca di Bollate il centro propulsore della cultura in città. Un momento di festa dei libri, sicuramente, ma anche dei bibliotecari, per dare un riconoscimento al loro lavoro, e della biblioteca come brand (Biboll è il logo nato a questo scopo), per dare un’identità a un « prodotto » che fa della cultura e della promozione culturale la sua principale missione. A tre anni dall’esordio, possiamo dre di eissere sulla buona strada verso il raggiungimento di questo obiettivo che certamente con Expo riceverà un’ulteriore spinta».  


Seguitissime le iniziative prettamente legate alla terra come il mini corso sulla coltivazione dello zafferano, i cui partecipanti hanno ricevuto in dono un bulbo da far poi crescere in casa propria, la serata dedicata alle fotografie di montagna di Alberto Bregani, a cura del CAI, e il laboratorio con degustazione di prodotti della terra, a cura del Comitato Soci Coop di Bollate. Anche gli incontri con gli autori hanno seguito lo stesso filone, reinterpretandolo: Marco Balzano ha affrontato lo sradicamento tipico di questi tempi, Paolo Cognetti ha raccontato la montagna, Simone Perotti, la terra e il mare. Grande partecipazione e coinvolgimento del pubblico al concerto proposto dall’Accademia Vivaldi, durante il quale brani classici e moderni sono stati rivisitati prendendo spunto dalle suggestioni dell’ambiente. 


Affollatissimi gli appuntamenti per i più piccoli: spettacoli dedicati alle origini del mondo e a fiabe e filastrocche senzatempo ma anche simpaticissimi laboratori proposti dai bibliotecari e dal Baule dell'Artista, che hanno coinvolto e divertito i bambini, chiamandoli a riconoscere decine di piccoli semi o a realizzare coloratissimi fiori di carta che hanno abbellito il giardino della biblioteca.
Altro protagonista «rurale» della Festa della Biblioteca 2013 l’asinello bibliotecario che, in giro per la città, ha trasportato libri e intrattenuto ed entusiasmato grandi e piccini, anche grazie alle storie narrate dal suo accompagnatore.


In tema anche gli allestimenti della festa, con la mostra «Terre, uomini e cascine: la vecchia Bollate », realizzata in collaborazione con Foto Mesini e apprezzatissima dai cittadini bollatesi che hanno potuto riconoscere i personaggi e i luoghi della loro infanzia. Caratteristici l'angolo dei prodotti autunnali e la mostra con gli attrezzi agricoli delle vecchie cascine.
Appuntamento importante della Festa della Biblioteca, l’intitolazione dell’Emeroteca a Ernest Hemingway, testimone e narratore di un tragico evento della storia bollatese. Molto partecipato, dopo l’introduzione dell’assessore Bartolozzi, il momento in cui il sindaco Stefania Lorusso ha scoperto la targa realizzata da Giancarlo Pasquali; come anche la successiva ricostruzione storica del giornalista bollatese Paolo Nizzola che ha spiegato il legame tra Hemingway e Bollate e ripercorso i fatti narrati dal grande scrittore in un suo racconto, relativi all’esplosione della polveriera avvenuta nel 1918. In conclusione uno stralcio dello spettacolo « Lungo strade ombreggiate dai pioppi » di Nudoecrudo teatro, con canti dedicate alle vittime dell’incidente.
«L’intitolazione di oggi, finalizzata a ricordare un importante momento storico raccontato da un grande narratore, non è un approdo – spiega Ubaldo Bartolozzi, assessore alla Cultura del Comune di Bollatema solo il primo atto di un progetto che proseguirà anche in futuro, nella ricerca e valorizzazione della nostra storia locale e dei personaggi che l’hanno raccontata».


Cuore della Festa della Biblioteca, fin dal primo anno, la mostra mercato dei libri usati, il cui ricavato sarà destinato all'acquisto di nuovi volumi per la biblioteca. Il pubblico ha inoltre potuto conoscere i corsi e le attività proposte dal Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest e i servizi di e-reader e medialibrary online a disposizione degli utenti della Biblioteca di Bollate.


Un ringraziamento particolare va a tutti gli operatori commerciali del territorio che hanno creduto in questo progetto, sostenendolo economicamente o con i loro prodotti: Azienda Agricola Tosi, Azienda Agricola La Fasenda, Fantasie di Pane, Disegnarte, l'Orablu, Angelo Speretta, la Velostazione di Bollate e il WWF.


Per vedere le foto della Festa, clicca qui

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto