Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Martedì, 25 Aprile 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


27/08/2013

BOLLATE ATTUA SUBITO IL DECRETO DEL FARE, E FA SCONTI A CHI PAGA SUBITO LA MULTA

comunicato stampa

Lo prevede l’ormai famoso « Decreto del fare » e il Comune di Bollate si è subito adeguato: sconto del 30% per chi paga le multe entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale.


« Una bella boccata d’aria per quei cittadini – commenta Fabio Boniardi, Assessore alla Polizia locale - che, più o meno inavvertitamente trasgrediscono il Codice della strada e che hanno così la possibilità di mettersi in regola rapidamente, risparmiando. Ma anche un toccasana per l’Ente locale che dovrebbe veder confluire con maggior certezza e rapidità nelle sue casse, entrate dovute ma che spesso restano in sospeso per molto tempo ». 

Ma vediamo in pratica di cosa si tratta e cosa cambia concretamente per i cittadini :
 

1. Cittadino fermato dal vigile e multato direttamente; è la situazione in cui al cittadino fermato sulla strada viene contestata la violazione e consegnato il verbale. In questo caso l'Agente di Polizia Locale informerà il cittadino, come già prevede il Codice della strada, sulle modalità di pagamento ed indicherà sul verbale la somma da pagare già ridotta del 30%. Il cittadino avrà cinque giorni di tempo per pagare questa somma ridotta oppure potrà pagare l'intera somma, senza la riduzione, entro il consueto termine di sessanta giorni (in tal caso la somma ridotta versata eventualmente dopo i 5 giorni verrà considerata un acconto). 


2. Cittadino che riceve la notifica della violazione al proprio domicilio; quando il verbale viene recapitato a casa (per es. nei casi di divieto di sosta, autovelox, ecc ) il cittadino avrà cinque giorni di tempo dalla notificazione per pagare la somma ridotta del 30%, nella misura indicata, oppure potrà pagare la somma senza la riduzione. Anche in questo caso: la somma ridotta del 30% eventualmente versata dopo i 5 giorni verrà considerata un acconto. In questo caso poi, come in passato, andranno corrisposte anche le spese di notifica e postali (non soggette alla riduzione del 30% perchè non costituiscono una sanzione);  


3. Cittadino che trova la multa sul parabrezza dell’auto : sono i preavvisi di accertamento, atti che non costituiscono veri e propri verbali ma sono comunque finalizzati a sveltire il procedimento dando la possibilità al cittadino di pagare la sanzione senza attendere il verbale a casa. Anche in questo caso il cittadino potrà corrispondere la somma ridotta del 30% entro dieci giorni dall'accertamento, come in passato. Se la multa non viene pagata, il preavviso diventa verbale e valgono le regole del punto 2


Non tutte le violazioni del Codice della Strada, però, prevedono la possibilità di riduzione. Sono escluse:
- le violazioni che comportano la sospensione della patente di guida (per es. superare di oltre 40 chilometri i limiti orari o circolare sulle corsie di emergenza);
- le violazioni che comportano la confisca del veicolo (per es. circolare con documenti assicurativi falsi);
- le violazioni per le quali il pagamento in misura ridotta (minimo edittale o minimo edittale meno il 30 %) non è consentito (per es. non fermarsi all'ALT imposto dagli Agenti);
- violazioni alla disciplina della circolazione stradale che però non sono contenute nel Codice della Strada ma in altre leggi.
 

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto