Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Venerdì, 28 Aprile 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


02/05/2013

CHIUSA L'INDAGINE PARTECIPATA SULL'AREA EX CERUTI: L'AMMINISTRAZIONE RINGRAZIA LA SERIETà DEI CITTADINI CHE HANNO DATO IL LORO CONTRIBUTO

comunicato stampa

Sono all'incirca 800 i contributi arrivati tramite urna e tramite il sito internet all'indagine partecipata che l'Amministrazione bollatese ha organizzato per conoscere l'opinione dei cittadini sul progetto di riqualificazione dell'area ex Ceruti presentato dalla proprietà.


548 le schede azzurre e 252 i contributi arrivati con le schede rosa. Pochi i “doppi” (che sono stati scartati), a dimostrazione della serietà con cui i bollatesi partecipanti si sono avvicinati all'iniziativa, comprendendone il significato. Anche il sistema informatico e organizzativo adottato dall'Amministrazione comunale ha ben funzionato ed è stato apprezzato: su diverse schede sono stati riportati i ringraziamenti dei cittadini all'Amministrazione per aver promosso una consultazione simile.

Venendo alla lettura dei dati, questi gli spunti principali:
- l'86% ritiene che la riqualificazione dell'area sia necessaria per la città;
- il 14% ritiene che la riqualificazione dell'area non sia necessaria e le motivazioni principali riguardano il numero eccessivo di case, la mancanza di verde e la preoccupazione per il traffico;
- il 45% degli intervistati ritiene che l'impatto dell'opera sulla città sia “abbastanza sostenibile” e “completamente sostenibile”, mentre il 38% pensa che l'impatto sia “poco sostenibile” e per il 17% l'impatto è “per niente sostenibile”;
- per rendere più sostenibile l'opera, la maggior parte dei cittadini suggerisce una riduzione delle cubature ed è disposta a rinunciare alla cittadella della sicurezza (il 20%), alle opere del Sagrato della Chiesa (il 18%) e, in misura inferiore, alla rotonda di via Kennedy (14%), alla bonifica di via Gobetti (il 13%) e alla realizzazione della nuova scuola media (il 13%);
- le opere pubbliche assolutamente necessarie risultano essere invece la manutenzione e l'asfaltatura delle strade e la realizzazione dei sovrappassi ferroviari di collegamento;
- il 78% degli intervistati attraverso l'indagine ha confermato di non essere disposto a lasciare ulteriori capacità edificatorie alla proprietà;
le maggiori preoccupazioni riguardano il numero eccessivo di case, la viabilità cittadina e la mancanza di ampi spazi verdi.

“Ringraziamo tutti i cittadini che hanno contribuito a questa indagine – commenta il Sindaco Stefania Lorusso – che è senza dubbio una forma innovativa di partecipazione e che può essere uno strumento interessante da utilizzare anche in futuro. Quanto ai risultati, prenderemo in considerazione i suggerimenti espressi e valuteremo attentamente le priorità che sono state evidenziate con grande serietà e spirito di collaborazione dai nostri concittadini”.


 

 

 

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto