Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Venerdì, 23 Giugno 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


26/03/2013

SI TENTA LA MEDIAZIONE TRA INSPORT E CNB: L'AMMINISTRAZIONE È DALLA PARTE DEGLI ATLETI

comunicato stampa

Un contenzioso che dura da tempo e che l'Amministrazione si augura si risolva nel breve tempo.


“L'Amministrazione comunale ha sempre svolto un ruolo di mediazione per cercare una soluzione condivisa da tutti, soprattutto per tutelare i ragazzi e il loro diritto allo sport: l'accordo però deve essere sottoscritto da InSport e CNB”. Così l’assessore allo Sport Fabio Boniardi risponde a quanti sollecitano l'intervento del Comune di Bollate nel lungo contenzioso che vede contrapposti la società che gestisce l'impianto natatorio di via Dante (la InSport) e il Centro Nuoto Bollate (CNB), che utilizza durante la settimana alcune corsie della piscina comunale per far allenare i propri atleti dell'agonistico. 

I rapporti tra le parti si sono logorati nel tempo e la situazione è esplosa da un anno a questa parte, quando la InSport ha chiesto a CNB un adeguamento del canone per l'utilizzo delle corsie (7,59 euro all'ora fino alla scorsa stagione) ai prezzi di mercato (ovvero a 14 euro all'ora). CNB non ha accettato di sostenere i nuovi prezzi (ma si è auto-applicata un “ritocco” a 8,90 euro all'ora) e la società ha minacciato di sciogliere la convenzione: da allora, tra le parti c'è uno scontro aperto e l'Amministrazione comunale ha tentato varie volte di mediare. Facendo seguito alla delibera di Giunta comunale approvata nel febbraio del 2006, è stata calcolata la “giusta tariffa” attraverso una media tra le tariffe applicate negli impianti sportivi dei Comuni limitrofi, ovvero applicando lo stesso criterio che, nel 2006 per l'appunto, aveva portato a stabilire la quota dovuta in 6,86euro all'ora. Ebbene, la procedura di controllo degli atti e dei conti seguita con scrupolo dagli uffici comunali, che hanno confermato che la “giusta tariffa” è pari a 13,33 euro (nelle ore serali secondo la ricerca di mercato sarebbe di 15,33 euro). “Abbiamo quindi tentato un'ultima strada con CNB e InSport – commenta l'assessore Boniardi – proponendo l'aumento in progressione del canone, in modo da arrivare alla giusta tariffa nel giro di tre anni: 11,33 euro all'ora per questa stagione, 12,33 euro all'ora per la stagione 2013-2014 e 13,33 euro all'ora per la stagione 2014-2015. InSport ha accolto favorevolmente la proposta, mentre CNB ha risposto con un netto rifiuto, per l'ennesima volta da quando abbiamo riunito le parti attorno ad un tavolo per cercare una soluzione”. 

Visto inoltre il calo degli atleti iscritti al CNB, l'Amministrazione bollatese ha suggerito a CNB di rinunciare all'utilizzo di una o due corsie per due ore la settimana, ma nemmeno questa indicazione ha trovato terreno fertile. Non stupisce quindi il provvedimento assunto dalla InSport, che ha deciso di chiudere le porte all'associazione: da lunedì 25 marzo, non è più consentito l'accesso alla struttura ai dirigenti e agli allenatori della CNB. Grazie all'intervento dell'Amministrazione e al senso di responsabilità della InSport, ai ragazzi e agli atleti viene accordato l'ingresso normale. “Poiché intorno alla vicenda abbiamo riscontrato tanta disinformazione – conclude l'assessore Boniardi – è stato organizzato un incontro in biblioteca per mercoledì 27 marzo, alle ore 19.30. Saremo presenti noi amministratori e i responsabili di InSport, che vogliono far chiarezza su quanto sta succedendo”.


 

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto