Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Mercoledì, 13 Dicembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


27/11/2012

CONTI IN ORDINE: UN IMPORTANTE SFORZO DI RIDUZIONE DELLE SPESE PER LA MANOVRA DI NOVEMBRE

comunicato stampa

Le spese correnti sono state ridotte di 180mila euro: - 2% rispetto al 2011.


E’ stato un lavoro impegnativo e affrontato con grande caparbietà da tutta la Giunta comunale quello che ha portato alla recente approvazione in Consiglio comunale dell’assestamento di bilancio, l’ultimo relativo all’anno finanziario 2012. “L’anno in corso – spiega l’assessore alle Finanze, Virgilio Pellizzari – è stato un anno difficile dal punto di vista economico per il nostro Ente, come per tutti gli altri Comuni. I tagli del Governo e l’incognita IMU, derivante dalla difficoltà di prevedere gli incassi legati a quest’imposta, hanno reso ancora più complicata la quadratura dei conti. Con questa manovra però, possiamo dire di aver fatto un’operazione di grande responsabilità amministrativa”.

La spending review del Governo Monti (resa nota solo in estate) e i tagli ai Comuni, che sono stati più duri delle previsioni, ha obbligato il Comune di Bollate a compiere un surplus di lavoro per reperire, nell'ultimo trimestre dell'anno, ben 317mila euro per l’estinzione anticipata di alcuni mutui, portando a 580mila euro la manovra necessaria all’Amministrazione Lorusso a far quadrare l’anno finanziario in corso. Parte della cifra è stata reperita all’interno del capitolo “maggiori entrate” (si tratta di entrate derivanti dall’introito di canoni per servizi comunali, senza alcun aumento tariffario a carico dei cittadino), mentre altra parte è stata trovata con una riduzione della spesa. Un numero interessante su tutti è quello riguardante la diminuzione delle uscite di “spesa corrente” per 180mila euro. In pratica, l’Amministrazione comunale ha ridotto capillarmente tutti i capitoli di spesa, cercando di tagliare i costi relativi a progetti e/o attività rinviabili e riducendo drasticamente le spese di ufficio. E così si è provveduto all'ottimizzazione dei costi di gestione del sistema informatico dell'Ente, alla valorizzazione delle risorse interne del personale con la rinuncia ad alcuni incarichi esterni, alla riduzione di contributi a Consorzi/Enti associati al Comune, all'eliminazione dei costi relativi all'acquisto di materiali per ufficio (e quindi all'abolizione di abbonamenti di riviste, pubblicazioni, giornali locali), alla sostituzione dell'invio cartaceo ad ogni cittadino degli avvisi di pagamento per il saldo IMU con l'introduzione di un servizio on-line e di un'ampia apertura dello sportello comunale, ad un risparmio sulla manutenzione degli automezzi con la dismissione dell'unica auto di rappresentanza ereditata dalla passate Amministrazioni (auto venduta dal Comune). “Credo che il lavoro di riduzione ulteriore delle spese abbia dato un risultato molto buono – commenta il Sindaco Stefania Lorusso -  che ci ha permesso di chiudere il bilancio rispettando le normative imposte dal Governo, senza toccare la qualità e la quantità dei servizi ai cittadini e senza attingere né alle entrate straordinarie né all’avanzo di amministrazione 2011. Siamo intervenuti trasversalmente in tutti i settori e lo abbiamo fatto in pochissime settimane, attuando tagli le cui ripercussioni, e i benefici, si rifletteranno anche negli anni a venire”. Tra questi, ricordiamo il risparmio sugli interessi passivi di alcuni mutui, la revisione, con il gestore del servizio, dell'organizzazione del trasporto pubblico locale (che in questi ultimi mesi dell'anno porta ad un risparmio di 8mila euro, cifra che aumenterà per il 2013) e la chiusura del nido aziendale “La Chiocciolina”. In molti casi, la revisione dei contratti di servizio ha permesso di ridurre i costi e, addirittura, di migliorare il servizio stesso.

Al termine di questo lavoro certosino di taglio delle spese, il Comune di Bollate ha registrato una diminuzione delle spese correnti del 2012 rispetto al 2011 di oltre 600mila euro (29milioni e 720mila euro nel 2012 contro i 30milioni e 330mila euro del 2011), pari al 2%, ovvero la riprova di uno sforzo notevole messo in campo dall’Amministrazione bollatese.


comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto