Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Mercoledì, 28 Giugno 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


17/11/2011

MANUTENZIONI E GRANDI OPERE NEL P.O.P. 2012

comunicato stampa

Un Piano delle Opere Pubbliche di quasi 13 milioni di euro che costerà, alle casse del Comune di Bollate, poco meno di due milioni di euro.


 E' questo l'obiettivo a cui tende la Giunta guidata dal Sindaco Stefania Lorusso con la recente approvazione del Piano Opere Pubbliche 2012 (e del piano triennale 2012-2014), che prevede il sostegno corposo dei privati per il raggiungimento di traguardi importanti per la città.
Per quanto riguarda gli interventi inseriti nel piano e finanziati dal Comune direttamente, la priorità dell'Amministrazione comunale è stata data alle manutenzioni straordinarie degli edifici comunali, delle scuole, delle strade e dei cimiteri. “Siamo di fronte ad una situazione piuttosto critica – spiega l'Assessore ai Lavori Pubblici, Cesare DoniselliLa trascuratezza degli immobili comunali, dei marciapiedi e delle strade che da anni ormai non vengono asfaltate, ha portato all'aggravio delle condizioni in cui ora versano e ci costringe ad attuare interventi mirati che diano un po' di respiro alle strutture e alle infrastrutture stesse. Quest'anno abbiamo avviato lavori di manutenzione importanti che verranno portati avanti per tutto il triennio”. E così, per la manutenzione straordinaria di scuole ed edifici comunali sono stati stanziati 700mila euro nel 2012 (altri 700mila nel 2013 e 500mila nel 2014), per la manutenzione dei cimiteri sono stati riservati 200mila euro nel 2012 (e 175mila nel 2013), per i nuovi asfalti di strade e marciapiedi altri 200mila nel 2012 (500mila nel 2013 e 200mila nel 2014), a cui si aggiungono 100mila per il superamento delle barriere architettoniche (150mila nel 2013 e 300mila nel 2014) e 200mila euro per la realizzazione di Zone a Traffico Limitato (600mila euro nel triennio, grazie all'apporto di contributi sovracomunali). Un capitolo a parte del POP riguarda l’attenzione all’ambiente, la riduzione dei consumi, l'innovamento tecnologico e  il risparmio energetico, che si concretizzerà attraverso interventi di efficienza energetica dell'illuminazione pubblica (200mila euro nel 2012, per un totale di 600mila euro nel triennio), attraverso la realizzazione, all'interno di alcuni edifici comunali, di centrali termiche con pompe di calore elettriche (100mila euro a carico del Comune e quasi 400mila euro finanziati da un bando regionale) e attraverso il miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici comunali (200mila euro nel 2012 e complessivi 600mila euro nel triennio): si comincerà dalla scuola elementare di via Galimberti ad Ospiate, che avrà presto un impianto fotovoltaico per la produzione di energia in autonomia.
Oltre ai lavori urgenti di manutenzione e a quelli volti all’attenzione energetica, l’Amministrazione bollatese ha inserito nel Piano Opere Pubbliche progetti di grande rilievo che saranno resi possibili grazie all’intervento di partner privati. “Questo è un piano ambizioso costruito grazie all'apporto degli assessori e dei tecnici dell'area Qualità Urbana  – continua il Vicesindaco Donisellie, di fronte all’evidente esigua disponibilità delle casse comunali, pur di realizzarlo abbiamo fatto uno sforzo non indifferente al fine di ricercare modalità alternative di finanziamento”. In questo quadro si collocano tutte le opere pubbliche previste all’interno del Contratto di Quartiere di Bollate centro nell’area di via Turati 40 e piazza della Resistenza (il polo sociale, l’auditorium, i laboratori teatrali e musicali, il caffè letterario), il potenziamento del centro sportivo comunale di via Verdi, con l’obiettivo di trasformarlo in un polo sportivo di livello, e la riqualificazione di piazza Cadorna. Per quanto concerne il centro sportivo di via Verdi, è stata quantificata una cifra necessaria pari a 2 milioni di euro, da reperire, ad esempio, grazie ad un project financing, mentre per quanto riguarda la riqualificazione di piazza Cadorna, si ipotizzano lavori per 5 milioni di euro. In questo caso, l’area da sistemare è piuttosto vasta, in quanto occupa una superficie di 5mila metri quadrati (3.500 metri quadrati sono stati appena acquisiti a titolo gratuito dal Comune grazie al Pgt recentemente approvato). “Dopo 20 anni di attesa – conclude il Sindaco Lorusso possiamo iniziare già da ora a progettare la riqualificazione di questa zona della città, che noi pensiamo possa avere parcheggi interrati ed una piazza pubblica attrezzata in superficie”.


comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto