Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Venerdì, 28 Luglio 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


06/07/2011

UN BILANCIO DI RIGORE CHE PUNTA A MANTENERE TUTTI I SERVIZI E IL LORO LIVELLO QUALITATIVO

comunicato stampa

E’ un bilancio di rigore quello approvato dal Consiglio Comunale bollatese la scorsa settimana, un bilancio che mira al contenimento della spesa per raggiungere l’obiettivo che la Giunta guidata dal Sindaco Lorusso si è prefissata: diminuire l’indebitamento del Comune.


Nel primo anno di amministrazione della coalizione di centrodestra, l’indebitamento del Comune di Bollate è diminuito di 9 milioni di euro, passando da 44 a 36 milioni di euro. “Il nostro impegno è proprio quello di portare il Comune ad avere conti sani, cosa che non abbiamo trovato al nostro arrivo – commenta il Sindaco Stefania LorussoPer ottenere il risultato dobbiamo fare sacrifici, senza però penalizzare i cittadini e le famiglie, che vedranno mantenuti tutti i servizi erogati dal Comune”. A dimostrazione di ciò, la spesa del Comune di Bollate per il settore sociale nel 2011 sarà di 5 milioni di euro.
Guardando alle cifre, il bilancio 2011 del Comune di Bollate è un bilancio da circa 46 milioni di euro: le entrate correnti e le spese correnti ammontano a 31.071.535 euro, mentre le entrate in conto capitale (pareggiate dalle uscite per gli investimenti) ammontano a 3.702.300 euro. “Si tratta del primo anno in cui viene applicato per i Comuni il federalismo fiscale – spiega l’assessore al Bilancio, Virgilio PellizzariCiò significa che i Comuni ricevono una quota molto inferiore di trasferimenti statali ma, in cambio, incasseranno direttamente le entrate tributarie che attualmente i cittadini versano allo Stato. Per far fronte ai primi tre anni di avvio del nuovo sistema tributario, ovvero fino al 2014, lo Stato ha previsto un fondo di riequilibrio, che vada a compensare subito i minori trasferimenti”.
Quanto alle tasse/tariffe, l’aliquota Irpef è rimasta invariata, così come la Tarsu, mentre sono state modificate le tariffe riguardanti alcuni servizi a domanda individuale: in questo caso, l’Amministrazione comunale ha introdotto nuove fasce ISEE, ad esempio, per i centri ricreativi estivi, al fine di ottenere una più equa e giusta partecipazione alla spesa.

 

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto