Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Mercoledì, 20 Settembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


28/04/2011

UNA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE PER SOSTENERE LE ATTIVITÀ  SOCIALI DEL COMUNE CON IL 5 X MILLE

comunicato stampa

E' tempo per molti di pensare alla dichiarazione dei redditi e, vista l'opportunità di destinare il 5 per mille ai Comuni, l'Amministrazione bollatese ha avviato una campagna per sensibilizzare i cittadini a sostenere le attività sociali del proprio Comune attraverso lo strumento del 5 per mille.


 Un modo efficace per mantenere subito sul territorio una parte – anche se piccola - dell'Irpef versato, con un gesto che non costa assolutamente nulla, in quanto, in caso di mancata firma, il 5 per mille verrà comunque “prelevato” e andrà nelle casse dello Stato. “Con una semplice firma – spiega il Sindaco Stefania Lorusso - il 5 per mille del contribuente rimarrà a disposizione della comunità e la somma raccolta potrà essere utilizzata per la promozione di attività a carattere sociale portate avanti dalla nostra Amministrazione”. La destinazione del 5 per mille non avrà alcun effetto sul più tradizionale 8 per mille, che ripartisce il contributo fra lo Stato e le confessioni religiose scelte dal contribuente: si tratta di un ulteriore vincolo del proprio contributo dovuto, che, per legge, può essere destinato alle associazioni di volontariato, alla ricerca scientifica, alla ricerca sanitaria o, per l'appunto, ad attività sociali svolte dal proprio Comune di residenza. “Senza nulla togliere ai tanti progetti portati avanti dalle Onlus – interviene l'Assessore al Bilancio, Virgilio Pellizzaricredo che in un momento di difficoltà per i Comuni com'è quello attuale, l'aiuto dei cittadini sia fondamentale. E' per questo che li invitiamo ad attivarsi in favore del nostro territorio e a tenere alta l'attenzione nei confronti di coloro che hanno bisogno e che sono più vicini a noi perché abitano accanto a noi”.
Dal canto suo, l'Amministrazione bollatese si impegna ad informare i cittadini sul contributo ottenuto attraverso le dichiarazioni dei redditi e su come il contributo stesso verrà speso.
Il contribuente può destinare la quota al Comune di residenza semplicemente apponendo la firma nell'apposito riquadro (quello con la dicitura “attività sociali svolte dal proprio Comune di residenza"), del modello di dichiarazione.

 

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto