Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Mercoledì, 28 Giugno 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


NOTIZIE DALL'AMMINISTRAZIONE


28/04/2011

IL PARCO URBANO : UN PROGETTO DA SOSTENERE

comunicato stampa

Un intervento dell'Assessore Cormio sul "Parco Urbano".


In merito agli articoli apparsi nelle scorse settimane sulla stampa locale e riguardanti le osservazioni al PGT protocollate dal Pd relativamente alla proposta contenuta nel Documento di Piano e riguardante la realizzazione di un “Parco Urbano”, l'Assessore all'Urbanistica, Matteo Cormio, intende fare alcune precisazioni importanti che sgomberano il campo da equivoci su “presunti indici volumetrici generati dalle aree private che si trovano all'interno del Parco delle Groane”.
Innanzitutto – spiega l'assessore all'Urbanistica Matteo Cormio ci teniamo a ribadire che il Parco Urbano è considerato un parco-naturale che entra nella città. E per 'naturale' intendiamo un parco non attrezzato ma fruibile ed aperto a tutta la cittadinanza. Poiché parte dello stesso ricade già all'interno del Parco delle Groane ma attualmente queste parti sono di proprietà privata, l'acquisizione delle stesse a patrimonio pubblico ci consentirebbe l'opportunità di intervenire mediante rinaturalizzazioni, riqualificazione delle acque e realizzazione di piste ciclabili, senza cambiarne la destinazione e, naturalmente, in conformità con le norme dettate dall'Ente Parco delle Groane. E' chiaro che, per raggiungere tale obiettivo, abbiamo bisogno che siano terzi ad acquistare quelle aree e a cederle a noi: così le stesse sono state correlate agli ambiti strategici in modo tale che le proprietà possano acquisirle e per  effettuare quest'operazione, prevediamo a 'compensazione', una premialità  sul  comparto di proprietà, pari al 10% della superficie di Parco Urbano acquisita e ceduta al Comune. Non si effettua cioè alcun trasferimento volumetrico, ma si applicherà, come precisato, una premialità a compensazione”.
Questa modalità darà quindi l'opportunità al Comune di Bollate di rendere fruibili aree verdi all'interno del Parco delle Groane - ed eventualmente riqualificarle anche con il contributo  di finanziamenti pubblici – e che si trovano in luoghi di particolare interesse naturalistico, ovvero accanto a piste ciclabili già esistenti, all'area del centro sportivo, della piscina, ecc... “Sempre nell'ottica di incentivare i privati ad acquisire le aree in questione e a cederle al Comune – continua l'Assessore Cormioabbiamo abbassato la superficie destinata all'edilizia convenzionata di dieci punti percentuali, ovvero al 20% della superficie dell'area ceduta: anche in questo caso, è tutto proporzionale all'area ceduta al Comune e quindi si tratterà di volumi ridotti”. Il tutto regolamentando in equità la questione negoziale tra privati (evitando quindi sbilanciamenti tra i contraenti), individuando in un quinquennio il periodo entro il quale potranno essere attuate tali previsioni".

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto