Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Martedì, 21 Novembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


AMBIENTE E TERRITORIO


26/01/2011

UN ALTRO PASSO AVANTI NEI LAVORI DI SMALTIMENTO DELL'AMIANTO SULL'AREA EX CERUTI

comunicato stampa

E' passato un anno dall'incendio divampato nell'area ex Ceruti e, da allora, è in corso un intervento massiccio di bonifica e smaltimento dell'amianto presente, intervento attentamente seguito dall'Amministrazione comunale che mira a mettere in sicurezza tutto il quartiere.


A fine dicembre, sono iniziati i lavori di demolizione della porzione pericolante e maggiormente danneggiata dall'incendio del capannone numero 2: si è provveduto alla demolizione del muro esterno, delle capriate e del tetto. Per evitare diffusione dell'amianto tutte le parti sono state irrorate tramite idranti a pioggia con acqua ed apposita soluzione ed è in corso la raccolta di tutti i frammenti delle lastre in amianto ancora presenti nel nucleo centrale del capannone stesso. Anche in questo caso, sono stati eseguiti i lavaggi con acqua e  soluzione fissante specifica per il trattamento di materiali in amianto. Nelle ultime tre settimane è stato avviato un monitoraggio dell'area con strumenti in grado di accertare la presenza di eventuali fibre di amianto nell'aria: i rapporti analitici giornalieri confermano i valori limite previsti per la zona di Bollate/Milano. “E' molto importante questo intervento di bonifica a seguito dell'incidente della sera di Natale del 2009 – commenta il Sindaco Stefania Lorusso –  Per noi è fondamentale controllare attentamente quel che viene sprigionato nell'aria durante le operazioni di smaltimento, per salvaguardare la salute dei cittadini e, in particolare, dei bambini che frequentano la vicina scuola elementare. A questo proposito, vogliamo rassicurare la cittadinanza: il monitoraggio delle fibre libere viene svolto quotidianamente e in tre punti dello stabilimento, uno dei quali è sul lato est, ovvero in direzione del plesso scolastico”.  Per altre due o tre settimane si proseguirà con la raccolta dei frammenti di amianto pretrattati e con il raggruppamento dei grossi macchinari stoccati, così da liberare e ripulire tutto il capannone numero 2, che verrà successivamente sottoposto ad una fase più avanzata di bonifica finalizzata alla rimozione di tutto quel materiale che era stato stoccato a terra e che l'incendio ne ha causato la  fusione in blocchi coesi. “La stretta collaborazione tra il Comune e l'Asl – interviene l'assessore all'Ambiente, Piergiorgio Valentini – ha permesso di arrivare alla conclusione di questa delicata fase di lavoro legata alla rimozione delle lastre di amianto danneggiate dall'incendio. Sempre in sinergia con l'Asl proseguiremo dunque nell'intervento di bonifica dell'area”.

 

 

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto