Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Martedì, 25 Aprile 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


AMBIENTE E TERRITORIO


28/12/2010

TAGLIO DI PIANTE LUNGO IL CANALE VILLORESI

comunicato stampa

A metà novembre il Servizio Sostenibilità Ambientale ha ricevuto una segnalazione da alcuni residenti ad Ospiate, in merito alla presenza di piante rotte e pericolanti in Via Villoresi, lungo la fascia pertinenziale alle sponde del Canale Villoresi.


In seguito ad un sopralluogo congiunto con il personale del settore Ecologia e del Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi,  si è verificato che il filare di piante esistenti, costituito soprattutto da robinie (oltre a qualche salice), era effettivamente in condizioni di pericolosità, in quanto i tronchi e le ramificazioni erano rotte e le piante stesse erano nell'insieme deperite e soffocate da cespugli e arbusti.

In considerazione del fatto che il Regolamento  Regionale n. 3 del 8/2/2010 (Regolamento di polizia idraulica ai sensi dell'articolo 85, comma 5, della legge regionale 5 dicembre 2008, n. 31 “, Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale”), vieta in modo assoluto rispetto ai canali consorziali:  “la messa a dimora di alberature quali siepi o filari nonché il movimento di terreno degli alvei, nelle scarpate, nelle sommità arginali e nelle zone di rispetto dal piede interno ed esterno degli argini e loro accessori o dal ciglio delle sponde dei canali non muniti di argini o dalle scarpate delle strade, per una distanza di almeno metri 4...”, prendendo atto della situazione riscontrata, si è concordato l'immediato e urgente intervento per la messa in sicurezza della zona posta tra il canale e la strada.  Si è deciso, pertanto, per il taglio delle piante in questione.

Questo intervento è stato attuato in via di urgenza, pertanto senza procedere all’individuazione dei soggetti competenti ad effettuarli, in considerazione del fatto che questi canali di irrigazione (quali il Villoresi), sono stati costruiti su proprietà private con atto di costituzione di servitù e che quindi l'argine - come le fasce di rispetto - rimangono di proprietà dei frontisti.
E' stato così concordato che:
 il Consorzio con una squadra di pronto intervento procedesse all'immediata messa in sicurezza dei luoghi e alla conseguente manutenzione degli argini secondo il Regolamento regionale n. 3 del 8/2/2010 (Regolamento di polizia idraulica ai sensi dell'articolo 85, comma 5, della legge regionale 5 dicembre 2008, n. 31 “, Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale”);
 il Comune fornisse il necessario supporto tecnico-logistico per la viabilità (considerata la numerosa presenza di autoveicoli parcheggiati) e se del caso provvedesse allo smaltimento dei rifiuti abbandonati sugli argini.

L'intervento si è svolto, pertanto, secondo questo crono programma :
 giovedì e venerdì 9 e 10 dicembre: taglio delle piante / arbusti tutte di piccole e media portata, nelle condizioni compromesse sopra esplicitate e asportazione dei tronchi;
 martedì 21 dicembre: triturazione con paccimazione in situ delle ramaglie fino a circa metà percorso;
 pulizia del suolo e conclusione della triturazione, a seguire in conformità alle condizioni meteo.

Prossimamente sarà necessario un ulteriore intervento per  il livellamento dei cippi rimasti a terra e il taglio di altre 7/8 robinie, che,  insistendo con le radici sulle sponde, possono danneggiare gli argini del Villoresi.

Dalla prossima primavera, inoltre, sono previsti altri interventi necessari per mantenere sotto controllo le rinascite delle essenze arboree e al fine di ottenere argine e fascia di rispetto puliti e portati a prato.

L'Amministrazione Comunale valuterà, inoltre, anche con eventuali soggetti privati frontisti e con il Consorzio Villoresi, la possibilità di realizzare interventi di rinaturalizzazione e valorizzazione ambientale nell'area in questione.

 

 


comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto