Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Venerdì, 28 Aprile 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


AMBIENTE E TERRITORIO


28/07/2010

EXPO 2015 E 'NDRANGHETA: L'INTERVENTO DELL'ASSESSORE VAGHI

comunicato stampa

In seguito alle recenti operazioni di polizia contro la 'ndrangheta, e alle relative intercettazioni telefoniche sono emersi gli interessi che alcuni indagati – anche bollatesi - hanno nei confronti di Expo 2015.


Questi preoccupanti fatti hanno portato alcuni gruppi politici a chiedere nuovamente la rinuncia a Expo.

 
A tale proposito l'Assessore con delega a Expo 2015, Carlo Vaghi, precisa quanto segue:
"Expo 2015 è una grande occasione di promozione e di valorizzazione per il nostro territorio, che sarà visitato da turisti di tutto il mondo. Come già abbiamo detto in passato, l'Amministrazione è impegnata a sfruttare al massimo questa occasione di rilancio, cercando di ottenere tutti i finanziamenti possibili legati all'Expo per iniziative di riqualificazione ambientale, restauro di beni culturali e creazione di itinerari. L'azione sta già dando i suoi frutti: presto saranno disponibili i fondi per la messa in sicurezza del Guisa, e attraverso il progetto RI.CO.N.EXPO (presentato sul bando della Fondazione Cariplo insieme ad altri 4 Comuni), Bollate progetterà il Parco delle Acque. Questi sono solo i primi due episodi di un percorso che si concluderà nel 2015 e che dovrà cambiare – in meglio – il nostro territorio. Bollate dovrà essere pronta all'Expo anche a livello urbanistico, favorendo l'insediamento di strutture ricettive e investendo in arredo urbano.

Fino a questo momento, chi parla di 'appalti dell'Expo' parla a sproposito, visto che nessun cantiere è stato finora programmato. Dichiaro senza tema di smentite che l'Amministrazione non ha mai parlato di appalti per Expo 2015 con nessun operatore, mantenendo semmai attivi i contatti con i Comuni limitrofi e gli Enti no-profit con i quali 'fare squadra' nella ricerca di finanziamenti. Senza nasconderci dietro un dito, quando sarà il momento di aprire i cantieri anche il territorio di Bollate sarà interessato. A Bollate non ci sarà nessun cantiere per l'Expo, ma gli occhi dell'Amministrazione dovranno essere aperti per scongiurare qualsiasi infiltrazione mafiosa. Sarà decisivo il ruolo dell'Osservatorio sovra comunale proposto dal Sindaco Lorusso. A Bollate, come ci dicono le cronache, esistono molte cave dove va assicurata la massima chiarezza sugli affari che vi si svolgono. Sicuramente, il movimento terra per Expo 2015 passerà anche attraverso le cave bollatesi. Assicuriamo fin da subito la massima collaborazione affinché queste operazioni di cantiere si svolgano nella massima trasparenza, in collaborazione con le Forze dell'Ordine il cui impegno è encomiabile. Proponiamo – in linea con il Sindaco di Rho – il controllo biometrico delle persone autorizzate al movimento terra, e il controllo telemetrico dei camion che la trasportano. Questo per evitare che il movimento terra per l'Expo sia oggetto di subappalti e 'percorsi' poco chiari, che porterebbero a infiltrazioni della malavita organizzata nella più grande occasione di sviluppo del nostro territorio dei prossimi anni
."

 

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto