Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Martedì, 17 Ottobre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


AMBIENTE E TERRITORIO


09/06/2010

AMBROSIA E TARLO ASIATICO : UNA CONVENZIONE FRA COMUNE E AZIENDE AGRICOLE

comunicato stampa

Quest’anno, tutti i proprietari e conduttori di aree agricole non coltivate, aree verdi urbane incolte ed aree verdi industriali dismesse (che hanno l’obbligo di vigilare ed intervenire per estirpare l’eventuale ambrosia presente sulle proprie aree, nonché vigilare sulla presenza del tarlo asiatico), possono rivolgersi direttamente ad alcune aziende agricole presenti sul territorio, con le quali è stata firmata una convenzione nel febbraio scorso. 


In base a questa Convenzione “per interventi di contenimento ed infestazione da ambrosia ed eventualmente tarlo asiatico”, le 4 Aziende agricole che si sono rese disponibili, potranno essere contattate direttamente dai privati/aziende/amministratori per effettuare attività di contenimento/infestazione da ambrosia e monitoraggio/controllo del tarlo asiatico.  
I privati interessati dovranno contattare le aziende convenzionate almeno entro 48 ore dalla scadenza prevista dall’ordinanza Sindacale n. 73/09, concordando l’intervento in base alle disposizioni elencate nei punti 3 e 4 della Convenzione sottoscritta da Amministrazione Comunale e aziende agricole.  

Queste le Aziende che hanno dato il proprio consenso:
- Parolo s.r.l. – Arese (MI) – Tel.: 02 38305021
- Az. Agricola “Furia”di Giuseppe Fortini – Bollate (MI) – Tel.: 02 38300172
- AV s.r.l. – Arese (MI) – Tel.: 02 9382939
- F.lli Nodari s.s. – Bollate (MI) – Tel.: 02 3503331

Per consultare i contenuti della Convenzione e il listino prezzi, CLICCARE QUI:
- CONVENZIONE
- LISTINO PREZZI

comunicato stampa



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto