Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Mercoledì, 22 Novembre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


SERVIZI AL CITTADINO


13/03/2013

SI CRESCE INSIEME - ISCRIZIONI APERTE AI SEMINARI

comunicato stampa

Presentato sabato 9 marzo 2013  il percorso di riflessione per genitori di bambini da zero a tre anni “Si cresce insieme” e inaugurata la mostra di illustrazioni delle mamme detenute. Aperte le iscrizioni per il percorso seminariale (scadenza 20 marzo 2013).


Quando nasce un bambino nascono due genitori, un padre e una madre. Questo il concetto base del percorso educativo (riservato a genitori di bimbi dai 0 ai 3 anni), “Si cresce insieme”, che è stato presentato sabato 9 marzo 2013, presso la Biblioteca Comunale. 


Davanti a una platea di genitori, nonni ed educatori, l'Assessore alle Pari Opportunità Marinella Mastrosanti ha presentato la giornata, come primo momento di confronto e di riflessione sul tema della genitorialità.  “I genitori, spesso, si trovano impreparati ad affrontare il difficile momento della nascita dei propri figli e “Si cresce insieme” vuol essere un momento di riflessione e confronto reciproco, per mamme e papà. Il progetto mira a superare gli stereotipi legati ai ruoli, coinvolgendo anche quelle figure paterne che sono concretamente presenti nella crescita dei bambini, ma che spesso, in questa particolare fascia di età “si autoescludono o si escludono” da scelte e processi educativi”.


Oltre al progetto, sabato è stata inaugurata la mostra di disegni realizzati nel corso del laboratorio “Illustrafiabe”, dalle mamme detenute della sezione ICAM del carcere S. Vittore. Mamme che, nella loro condizione particolare, si trovano a dover gestire il doppio ruolo di genitori in un momento difficile per sé stesse e per i loro bambini. 


Daniela Nardellotto, coordinatrice dei nidi comunali, ha, quindi, presentato e introdotto i relatori della giornata, che hanno affrontato una riflessione sulla “genitorialità condivisa” secondo differenti punti di vista.
In primis, la psicologa Maria Rosaria Monaco, nel suo intervento dedicato a “Maternità, cura di sé e dei bambini”, ha parlato del ruolo materno e delle difficoltà insite in questo momento di passaggio, sottolineando, inoltre, come questa difficoltà sia legata alla sensazione di “inadeguatezza” della donna nel ricoprire i vari ruoli (di madre, moglie, figlia), e al suo sentimento di “incapacità” nell'affrontare questo momento di “crisi”. Se “i bambini non arrivano con un libretto di istruzioni”, è altrettanto vero che momenti di confronto e di riflessione reciproci (come quello del progetto “Si cresce insieme”), possono aiutare le mamme (e i papà), ad affrontare insieme la situazione. 

Se il momento della nascita e della crescita di un figlio, è uno dei momenti di passaggio più delicati e traumatici della vita di due genitori, la presenza di entrambi i partner è indispensabile per affrontare la situazione nel giusto modo. Il ruolo del padre, descritto nelle sue sfaccettature e complessità da parte del pedagogista, Luigi Ceriani, non deve mancare durante questa delicata fase, dalla nascita del figlio all'età dei tre anni, perché “se è la mamma che mette al mondo il bambino, compito del papà è quello di introdurlo nel mondo”. 

Un ruolo, quello dei padri che, invece, manca alla sezione ICAM della Casa Circondariale di Milano, dove le mamme detenute si trovano a dover svolgere entrambi i ruoli genitoriali in un difficile contesto che è quello carcerario.
Marianna Grimaldi, educatrice dell'Istituto  di Custodia Attenuata per Mamme con bambini, ha descritto brevemente la difficile vita delle detenute in un luogo prettamente “maschile”. La sezione ICAM, invece (voluta dall'ex direttore carcerario, dott. Pagano), rappresenta una realtà completamente diversa. In questa sezione le mamme possono vivere con i propri bambini in stanze più simili a delle vere e proprie camerette di casa, piuttosto che a delle celle, dove le mamme possono curarsi dei propri bimbi quasi come dei “genitori” normali. La sezione ICAM di Milano rappresenta, per ora, l'unica realtà di questo tipo in Italia e in Europa, anche se una legge ora impone a tutte le regioni di creare queste strutture. A partire da settembre, aprirà una sezione ICAM proprio nel nostro territorio, presso il carcere di Bollate, considerato all'avanguardia a livello italiano ed europeo. 


In ultimo, alcuni insegnanti del CTP Cavalieri (che si occupano della formazione dei detenuti di San Vittore), hanno illustrato e raccontato l'esperienza formativa di queste mamme all'interno dei laboratori e in particolare, all'interno del laboratorio “Illustrafiabe”, nel corso del quale sono stati realizzate le illustrazioni esposte presso la biblioteca comunale di Bollate fino al 16 marzo 2013.  


Questi i  prossimi appuntamenti per “crescere insieme”: 26 marzo e 9 aprile 2013, con il seminario “Narrandosi fra genitori”.
Se hai un bambino che ha un’età compresa tra 0 e 3 anni e  vuoi confrontare le tue esperienze con altri genitori, questo è il momento giusto! Le iscrizioni sono aperte fino al 20 marzo 2013 (max 20 posti disponibili).

Per iscriversi:
1- scaricare e compilare il modulo di iscrizioni (disponibile QUI e in ALLEGATO)
2- scannerizzarlo ed inviarlo via email all'indirizzo :
cristina.marongiu@comune.bollate.mi.it, oppure consegnarlo direttamente all'URP (negli orari di apertura al pubblico).


In allegato il programma completo del percorso "Insieme si cresce" e il modulo di iscrizione.


Per info :
Tel.: 800 47 47 47 (URP) – 02 35005388 (Ufficio Comunicazione)


comunicato stampa


 

File Allegati:

 
Apri il Documento Modulo di iscrizione seminari (12 KB)
Apri il Documento Programma Insieme si cresce (16,5 KB)


Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto