Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

 

Sabato, 21 Ottobre 2017

 

HOME
Alto contrasto - Disabilita CSS
Caratteri normali - Caratteri grandi


SERVIZI AL CITTADINO


25/01/2011

ESTENSIONE DELLE AGEVOLAZIONI IVA ALLE FORNITURE DI GAS PER RISCALDAMENTO DOMESTICO

Comunicato ANCI

L'ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), informa i cittadini sull'esito positivo di un'azione promossa dal SUNIA (Sindacato Unitario Inquilini e Assegnatari) avanti l'Agenzia delle Entrate. 


L'Agenzia delle Entrate ha riconosciuto l'applicabilità dell'aliquota Iva al 10% sulle forniture di gas metano (e gpl) per i le abitazioni appartenenti a condomini o ad immobili di cooperative abitativi serviti da impianti centralizzati, agevolazione prima riconosciuta solamente agli impianti autonomi.
 
I requisiti per l'agevolazione si possono sintetizzare come segue:
A) il beneficio fiscale si applica nel limite quantitativo di 480mc./anno per singolo utente finale (calcolato moltiplicando 480 per il numero di utenti esclusivi dell'impianto centralizzato);
B) l'agevolazione va riferita ai condomini che sono allacciati esclusivamente all'impianto centralizzato e non fruiscono di un'utenza autonoma sulla quale hanno già potuto applicare il beneficio. 
C) Nei calcolo necessario per determinare l'importo della bolletta cui applicare l'aliquota ridotta, non possono essere considerate le utenze per le quali siano attivati contemporaneamente anche contratti di somministrazione individuali per gas metano destinato ad usi civili. 


Tali criteri e disposizioni sono contenuti nelle recenti comunicazioni dell'Agenzia delle Entrate (Risoluzioni nn.  108 del  15/10/2010 e 112 del  22/10/2010).  Le risoluzioni, fornendo una interpretazione della normativa vigente da parte dell'Amministrazione finanziaria, non necessitano di ulteriori provvedimenti attuativi. 


I soggetti gestori, dunque, al fine di determinare l'aliquota IVA da applicare, dovranno acquisire le dichiarazioni degli amministratori di condominio attestanti il numero dei condomini cui riferire il beneficio.
Il  medesimo regime avrebbe dovuto trovare applicazione anche per ii passato. Pertanto, le amministrazioni di condominio potranno richiedere alle società erogatrici del servizio il rimborso della maggiore aliquota IVA eventualmente già applicata, fornendo un'analoga dichiarazione.

Comunicato ANCI



Stampa la pagina Stampa la pagina
« Torna indietro

Qui Bollate - Direttore Responsabile Francesco Vassallo - Registrazione del Tribunale di Milano n. 480 del 20/07/1996 - P.I. 00801220153



Torna in alto